/ Enogastronomia

Enogastronomia | 17 settembre 2023, 19:10

A Chef in quota un viaggio nell'enogastronomia del territorio, tra glamour e beneficenza

A Domobianca la cena: il ricavato sarà devoluto in beneficenza

A Chef in quota un viaggio nell'enogastronomia del territorio, tra glamour e beneficenza

E' già sold out da giorni "Chef in quota", la cena benefica organizzata da Domobianca. La serata vedrà protagonisti gli chef Davide Brovelli del ristorante “il Sole” di Ranco, Paolo Griffa, patron del ristorante una stella Michelin “Caffè Nazionale” di Aosta, Simona Benetti del “Battipalo” di Lesa, Andrea Ianni della “Trattoria Vigezzina” di Trontano, Alessandro Gilmozzi, stella Michelin al “El Molin” di Cavalese e Matteo Sormani “Walser Schtuba di Riale oltre a Fabio Tisti delle Tisti Pasticerria di Domodossola.

Chef in quota, il cui ricavato al netto delle spese sostenute sarà devoluto in beneficenza tramite il quotidiano La Stampa e la Fondazione Specchio del Tempi, è organizzato da Domobianca 365 con la collaborazione degli chef ossolani, Amira, Ais VCO. L'appuntamento è per le ore 19.00 nella magnifica cornice del Rifugio Baita Motti di Domobianca365 a 1300 metri di altezza, raggiungibile con la risalita in seggiovia. Centoventi i commensali che avranno l'opportunità, anche quest'anno, di vivere un'esperienza gastronomica di altissimo livello in una cornice davvero unica.

Dopo l'apertivo in terrazza i gli ospiti si accomoderanno al Rifugio, e ad aprire la cena sarà un inedito Fabio Tisti della omonima pasticceria che proporrà una rivisitazione in chiave salata degli amuse bouche: proporrà un macaron salato, del pan brioche cotto a vapore con maionese di alghe, e un cracker al pepe e gel agli agrumi. Due gli antipasti. Il primo è firmato da Davide Brovelli del ristorante “il Sole” di Ranco. Proporrà un assaggio di otto pesci di lago con verdure in agrodolce, bottarga e caviale di lago. In accompagnamento l’Erbaluce “Lucino” dell’Azienda Agricola Battaglia.

A seguire Paolo Griffa, patron del ristorante una stella Michelin “Caffè Nazionale” di Aosta, riporterà i presenti in montagna con la Tartare di cervo, salsa di mele e papavero, maionese alla violetta. Al bicchiere il Prunent di Cantine Garrone. Si passa ai primi con Simona Benetti del “Battipalo” di Lesa che firmerà il Fusillone farinello e capretto, servito con un calice di Schiava Grigia della cantina altoatesina di Cortaccia. L’ossolano Andrea Ianni, “Trattoria Vigezzina” di Trontano, preparerà Sfera di riso croccante al vino rosso con scaloppa di foie gras e formaggio San Martino, al calice il Barbera d’Alba Roscaletto di Enzo Boglietti.

Alessandro Gilmozzi, stella Michelin al “El Molin” di Cavalese, presenterà invece l’interessante Salmerino alpino, latte fermentato e resina, abbinato al fermentato botanico Feral prodotto in Trentino. Chiuderà il menù Matteo Sormani “Walser Schtuba di Riale con il dessert La Miaccia Walser diventa dolce, servita con Ratafià di Champagne di Pac. Ci sarà però ancora un po' di spazio per il caffé e la piccola pasticceria al tavolo. Successivamente in terrazza sarà servito il Mirtilla dell'azienda vitivinicola Edoardo Patrone, e ci si potrà intrattenere ancora un po' con l'open bar a cura di Claudio Fiora by Glep Beverages: Grinta Tonic - Espresso Martina. Insomma, una serata glamour e raffinata, in un ambiente unico, e con uno scopo benefico che la renderà ancora più preziosa.

Miria Sanzone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore