/ Attualità

Attualità | 23 febbraio 2023, 18:42

Area logistica di Pernate, Rossi: “Regione smentisce comune di Novara”

"La scelta dell’amministrazione comunale su Pernate è sbagliata e fuori tempo"

Area logistica di Pernate, Rossi: “Regione smentisce comune di Novara”

Il consigliere regionale Domenico Rossi ha interrogato oggi la giunta regionale sulle procedure e l’iter relativo al piano di sviluppo del polo logistico “Novara Ecologistica” di Pernate. Si tratta della nuova area da oltre un milione di metri quadrati che il comune di Novara è intenzionato ad autorizzare e contro la quale si sta mobilitando un comitato di cittadini della frazione insieme a tutte le forze di opposizione in consiglio comunale.

L’assessore allo sviluppo del territorio e urbanistica del Comune di Novara ha sostenuto in interviste ai giornali e in consiglio comunale che non ci sono alternative, che lo prevedono le norme regionali. “Per questo - spiega il rappresentante Dem - ho chiesto conto alla giunta”.

“La risposta dell’assessore Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica Fabio Carosso – riferisce Rossi - sembrerebbe smentire il collega novarese. La regione, infatti, secondo Carosso avrebbe solo “preso atto” della dichiarazione di coerenza tra PRG e piano di sviluppo espressa dal Comune di Novara. Non solo: “Allo stato attuale il soggetto responsabile dell’attivazione del procedimento finalizzato alla stipula dell’accordo di pianificazione risulta la Provincia di Novara. Tale atto non è ancora stato attivato e la le valutazioni di competenza Regionali verranno effettuate nell’ambito di tale procedimento” riferisce l’assessore confermando peraltro una comunicazione datata 7 dicembre 2022 (allegata alla copia scritta della risposta dell’assessore) in cui il settore Urbanistica di Regione Piemonte scrive al Comune di Novara e a tutti i soggetti interessati che alcune osservazioni saranno formalizzate solo a valle dell’approvazione del Piano di sviluppo e la conseguente stipula dell’accordo di pianificazione.

“La scelta dell’amministrazione comunale su Pernate – commenta Rossi - è sbagliata e fuori tempo. Quest’anno parliamo di siccità già a febbraio, stiamo dicendo che non ci sarà acqua già in primavera, ma la destra si comporta come come se il suolo fosse una risorsa rinnovabile, come se il nostro futuro non fosse strettamente connesso a quello della natura,  continuando a sacrificare milioni di metri quadri di territorio sull’altare della logistica”.

“Nel 2021 la provincia di Novara è stata la prima per consumo di suolo in Piemonte, la seconda in Italia dopo quella di Napoli. Nel 2020 risultava la prima a conferma di un trend costante. Non bastano questi dati all’amministrazione del capoluogo per capire che occorre cambiare rotta? Il Sindaco e la sua giunta decidono di aggiungere capannoni ad altri capannoni”

“La vocazione logistica del territorio – conclude Rossi - non può e non deve coincidere con la disponibilità a costruire ovunque come, di fatto sta avvenendo. Ancora una volta emerge la necessità, non più rinviabile, di una programmazione su questo tema attraverso la quale la Regione deve assumere il ruolo di regista e che deve prendere in considerazione almeno il livello provinciale”.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore