ELEZIONI REGIONALI
 / Sanità

Sanità | 03 ottobre 2022, 19:20

Covid, Cirio rassicura: "Non possiamo esser schiavi dei contagi, guardiamo ai ricoveri: non preoccupano" VIDEO

Il Governatore commenta così l’aumento dei casi in Piemonte negli ultimi giorni

Covid, Cirio rassicura: "Non possiamo esser schiavi dei contagi, guardiamo ai ricoveri: non preoccupano" VIDEO

Il Covid torna a correre in Piemonte e ormai da una decina di giorni i contagi sono in costante crescita. Lo sa bene Alberto Cirio. Il presidente della nostra regione, nonostante una curva in rialzo, ci tiene però a rassicurare. A gettare acqua sul fuoco.

"Ormai abbiamo imparato che con l’avvio delle scuole e una mobilità che ritorna normale, i contagi aumentano. Ma non dobbiamo guardare i contagi giornalieri, altrimenti saremo schiavi di numeri che variano a seconda della socialità delle persone. Conta l’ospedalizzazione, i numeri dei ricoveri. Siamo attenti, ma non ci sono elementi di preoccupazione", ha affermato Cirio. A oggi, infatti, i ricoveri ordinari sono 426 (+39 rispetto a ieri), pari al 6,3% dei letti occupati. Situazione ancora più sotto controllo in terapia intensiva, con 6 ricoveri (2 di più rispetto a ieri) e un’occupazione dell’1%.

 

Il merito, per il presidente, va attribuito ai vaccini: "Siamo una Regione che si è vaccinata, siamo ai vertici in Italia per quarte dosi somministrate". "Non abbiamo mollato un giorno, ogni lunedì da due anni riunisco il Dirmei perché per noi l’emergenza non è mai finita", ha spiegato il Governatore, che poi ha proseguito: "Dopo la fase emergenziale, siamo chiamati ora a gestire il ritorno alla normalità e alla sanità negata per due anni, causa pandemia. Abbiamo dovuto fermare certi servizi, ora mettiamo ogni forza per recuperarli", ha concluso Cirio.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore