/ Novara

Novara | 06 febbraio 2020, 17:00

Giorno del Ricordo: le iniziative commemorative a cura della Provincia e dei Comuni del territorio

Giorno del Ricordo: le iniziative commemorative a cura della Provincia e dei Comuni del territorio

<<Con la Legge n.92 del 2004 è stato istituito, il 10 febbraio, il Giorno del Ricordo per conservare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe e dell'esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale, come anche per la legge istitutiva del Giorno della Memoria, la n. 211 del 2000, Istituzioni ed Enti sono sollecitati alla realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da rinnovare il ricordo di quelle tragiche vicende. Alla luce di ciò la Provincia ha messo in atto una serie di iniziative attraverso le quali coinvolgere il nostro territorio nella riflessione, soprattutto considerando che il Novarese fu una terra che accolse numerosi esuli in patria provenienti dal confine orientale del nostro Paese>>.

Il consigliere delegato alla Cultura Ivan De Grandis e il consigliere delegato all’Istruzione Andrea Crivelli presentano con queste parole il calendario di appuntamenti che si terranno nel Novarese in occasione del 10 febbraio. <<Non possiamo dimenticare – aggiungono i consiglieri - che proprio a Novara in quegli anni sorse il “Villaggio Dalmazia”, con l’obiettivo di dare una nuova casa a queste persone inizialmente ospitate in alcune caserme cittadine. Una comunità ancora oggi molto unita e che non ha mai dimenticato gli orrori vissuti nelle terre d’origine, dalle foibe all’esilio forzato. Una comunità che, pur con disagi e difficoltà, si è perfettamente integrata nel tessuto sociale>>.

Oltre alla partecipazione alle celebrazioni istituzionali a livello locale e al patrocinio degli eventi organizzati in numerosi Comuni del territorio, la Provincia ha organizzato direttamente alcune iniziative.

<<Innanzitutto il settore Istruzione propone per le Scuole secondarie di secondo grado la proiezione del film “Redland (Rosso Istria”), una pellicola del 2018 – spiega il consigliere Crivelli – che si concentra sulla vicenda della giovane studentessa Norma Cossetto, arrestata e gettata in una foiba dai partigiani jugoslavi legati a Josip Broz Tito. Una pellicola drammatica e cruda, ma che ha saputo fare memoria restituendo la tragedia vissuta da numerosi civili innocenti dal 1943. Alle 9 del 10 febbraio “Redland” sarà proposto a trecentocinquanta ragazzi novaresi nell’auditorium della Banca popolare di Novara, il 6 febbraio alle 9.30 sarà proiettato al cineteatro “San Carlo” di Arona e alle 10 del 14 febbraio all’auditorium di via Aldo Moro per gli studenti di Borgomanero, dove interverranno anche il docente di Storia Mario Gamba e il rappresentante dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Giorgio De Cerce. Il nostro desiderio è che si generi da parte dei nostri studenti il desiderio di approfondire anche i fatti di questa pagina della Storia, rimasta nel silenzio per troppo tempo>>.

Alla proiezione di “Redland” il Settore Cultura aggiunge un’ulteriore iniziativa. <<Per le giornate del 9 e 19 febbraio – annuncia infatti il consigliere De Grandis – per la prima volta il nostro Ente, con il patrocinio del Comitato 10 febbraio, organizza un “viaggio del ricordo” nelle terre teatro della tragedia delle foibe e dell’esilio forzato, con la partecipazione alla commemorazione che ogni anno si tiene presso la foiba di Basovizza e che vede la partecipazione di alte cariche dello Stato e delle Istituzioni. Di questa delegazione faranno parte i rappresentanti di alcune Amministrazioni del territorio tra le quali Ghemme, dove per anni ha vissuto Licia Cossetto, sorella di Norma, alcuni studenti dell’Istituto professionale “Ravizza” di Novara, dell’Istituto “Pascal” di Romentino, del Liceo “Fermi” di Arona, del Liceo “Galilei” di Borgomanero e Gozzano e alcuni componenti della Consulta provinciale degli studenti, i rappresentanti del Comitato 10 febbraio e dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Tutti insieme rappresenteremo il Novarese nell’ambito della commemorazione ufficiale e ci sarà la possibilità di partecipare a una visita guidata della foiba di Basovizza e del Centro di documentazione del Sacrario della Foiba di Basovizza. Riteniamo che questo viaggio sia un’importante opportunità per tutti i partecipanti: toccare con mano e conoscere in maniera più approfondita gli orrori della Storia possono contribuire a una crescita non solo in termini di conoscenza, ma anche umana, perché, di fronte ai fatti che qui e che anche altrove si sono verificati, non penso sia possibile restare indifferenti>>.

 

GLI APPUNTAMENTI NEL NOVARESE

Comuni di Ameno e Miasino

31 gennaio 2020 ore 21

Sala Polivalente delle Scuole di Miasino: Compagnia “Teatro dei Passi” di Borgomanero

Villa Nigra Miasino: Spettacolo teatrale “Frammenti dal Silenzio” (Giornata della Memoria – 27 gennaio) Letture “Foibe” (Giornata del Ricordo - 10 febbraio)

Comune di Arona

10 febbraio ore 10

Momento di riflessione con l’intervento del Sindaco On. Alberto Gusmeroli alla presenza delle Autorità presso largo Martiri delle Foibe (fronte palazzo comunale)

06 febbraio ore 9.30

Teatro San Carlo: Proiezione del film “Red Land” a cura della Provincia di Novara per gli studenti delle scuole superiori.

Comune di Bolzano Novarese

7 febbraio ore 20.45

Sala Consiliare comunale: Iniziativa di presentazione del contesto storico da parte del Prof. Giovanni Cerutti e spettacolo dal titolo “Mai più…”

Comune di Colazza

Pubblicazione sul sito istituzionale del Comune e affissione manifesto commemorativo

Comune di Galliate

10 febbraio ore 11.30

Deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti a cura della Cooperativa Verde Azzurra “Remo Rabellotti” – Silenzio d’ordinanza e breve discorso alla presenza di tutte le Associazioni d’Arma di Galliate e alcune classi dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino.

13 febbraio ore 20.30

Sala Consiliare Castello Visconteo-Sforzesco

Conferenza: “L’esodo giuliano-dalmata nel Novarese. Tra la grande storia e il contesto locale”. Evento organizzato dall’Associazione A.N.P.I. sezione di Galliate, in collaborazione con le Associazioni galliatesi Laboratorio per la Pace, Auser, Il Castello e il Pane e le Rose

Programma della serata:

conferenza a cura del dott. Antonio Leone dell’Istituto Storico della Resistenza “P. Fornara”, studioso delle vicende legate al confine orientale;

proiezione di interviste di profughi che hanno trovato ospitalità a Novara con spazio dedicato alla presentazione della testimonianza di Lilla Mitton, profuga istriana e cittadina galliatese

Comune di Granozzo con Monticello

1-2 febbraio

Mostra fotografica sul tema

Comune di Pogno

Affissione locandina commemorativa

Comune di Sizzano

10 febbraio ore 20.45

Fiaccolata con ritrovo in Piazza Prone

In Sala Consiliare: lettura brani e proiezione filmati

Comune di Trecate

9 febbraio ore 11

Cine-Teatro Silvio Pellico

Ore 17.15: introduzione del contesto storico a cura di Franco Peretti

Ore 17.30 proiezione del film “Il Segreto della miniera” a cura della Parrocchia “M.V. Assunta”

Sono inoltre previste, in collaborazione con la locale Scuola Secondaria di Primo Grado, iniziative varie e una mostra a cura dell’A.N.P.I, nell’ambito dei “Percorsi della Memoria”.

Comune di Borgomanero

14 febbraio ore 21

Fondazione Achille Marazza - Salone d’Onore

L’esodo Giuliano-Dalmata nel novarese. Storia e testimonianze.

Conferenza di Antonio Leone, Istituto Storico della Resistenza “Piero Fornara”.

14 febbraio ore 10 Auditorium via Aldo Moro.

Proiezione del film “Red Land” a cura della Provincia di Novara per gli studenti delle scuole superiori.

Comune di Romentino

07 febbraio ore 18

Centro Culturale “Pio Occhetta”

Serata con la giornalista Eleonora Groppetti per celebrare la ricorrenza della Giornata della Memoria e del Giorno del Ricordo a cura della Prof.ssa Mariadele Garavaglia


 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore