ELEZIONI REGIONALI
 / Associazioni

Associazioni | 29 maggio 2023, 15:20

Terzo settore, incontro del Cst su bando regionale e accesso al credito

La mattinata d'approfondimento ha riguardato il finanziamento di progetti di rilevanza locale e le opportunità di prestito agevolato per le associazioni

Terzo settore, incontro del Cst su bando regionale e accesso al credito

Il Centro Servizi per il Territorio NO-VCO ha organizzato una mattinata di presentazione di iniziative di grande interesse per gli Enti del Terzo settore. Stiamo parlando del Bando 7 della Regione Piemonte e delle misure di accesso al credito agevolato per gli ETS.

L’incontrò, moderato dal Direttore CST Caterina Mandarini e aperto dai saluti e l’introduzione a cura del Presidente Daniele Giaime, è entrato subito nel merito dedicando la prima parte della mattinata all’illustrazione e all'approfondimento del Bando 7 per il finanziamento di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni del Terzo settore iscritte al Runts alla data di scadenza del bando di finanziamento. Gaetano Baldacci, funzionario della Regione Piemonte responsabile del Bando e Simona Scapparone del CST, hanno illustrato gli aspetti salienti, gli obiettivi, i modelli da compilare, le modalità di partecipazione e risposto ai quesiti delle tante associazioni partecipanti.

La seconda parte è stata dedicata alle opportunità che le misure di accesso al credito agevolato possono dare agli ETS. Come afferma il Presidente CST Daniele GiaimeLa scelta di inserire nella presentazione del Bando 7 anche questa iniziativa è motivata dal fatto che spesso gli ETS non possiedono le risorse economiche non solo per la quota di cofinanziamento richiesta dai bandi, ma anche e soprattutto per saldare in anticipo, rispetto all'effettiva rendicontazione, tutte le spese di progetto. Il saldo del contributo assegnato dai bandi avviene infatti solamente a conclusione del progetto e quando le spese sono già state sostenute e rendicontate. In questo contesto il CST ha deciso di proporre agli ETS l'opportunità di richiedere dei crediti che godono però di agevolazioni, in modo che possano presentare, realizzare e sostenere economicamente i propri progetti, con tutte i benefici che questi comportano per le nostre comunità”.

Il codice del Terzo settore riconosce e promuove l’esistenza di strumenti finanziari non speculativi, pensati per sostenere gli enti del Terzo settore impegnati nel perseguimento di attività di interesse generale. La riforma ha infatti introdotto per ODV e APS la possibilità di beneficiare di forme di agevolazioni creditizie o fideiussorie, prima previste solo per gli enti cooperativi e i loro consorzi. Questa parte dedicata al credito agevolato è stata curata da alcuni direttori di filiale di Intesa San Paolo per l’area del Terzo Settore (Piemonte sud, Piemonte Nord, Novara), da Massimo Gallesio, Referente Cooperfidi Italia Hub Nord e Federico Nicola della Federico Nicola & Partners.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore