/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 08 gennaio 2023, 19:00

Fondi regionali per attività fisica e gite in montagna per 4 scuole del Novarese

L'assessore regionale Chiorino: "Lo sport in classe come fondamentale strumento di prevenzione ed esperienza di vita"

Fondi regionali per attività fisica e gite in montagna per 4 scuole del Novarese

Saranno 88 le scuole statali piemontesi del primo ciclo (elementari e medie) che riceveranno dall'assessorato all'istruzione guidato da Elena Chiorino contributi complessivi per circa 113 mila euro, finalizzati a coprire le spese per la pratica di attività sportive o per l’organizzazione di giornate in montagna. Gli stanziameti vanno da 500 a 1.500 euro per ogni istituto. 

Il bando indetto dall’Assessorato regionale all’Istruzione si inserisce nel piano per l’ampliamento dell’offerta formativa, che complessivamente ha stanziato circa 1,8 milioni per aumentare in qualità e quantità l’offerta didattica ed educativa delle scuole piemontesi nell’anno scolastico in corso e nel prossimo (2023-24). 
Le scuole “premiate” dalla Regione per i loro progetti sono così distribuite nel territorio piemontese: 41 nella città metropolitana, 17 nel Cuneese, 7 nel Vercellese, 7 nell’Alessandrino, 5 nel Vco, 4 nel Novarese, 4 nell’Astigiano, 3 nel Biellese. 
4 istituti del Novarese sono il Curioni di Romagnano (1.500 euro); il Pascoli di Gozzano (500 euro); il Tadini di Cameri (1.500 euro) e il Carlo Alberto di Novara (1.500 euro). 

"Lo sport è salute, una scuola di vita. Determinante per la crescita dei giovani impone uno stile di vita sano, dove lo sforzo fisico può aiutare i ragazzi a sentirsi inseriti nel mondo reale. Lo sport è disciplina e prevenzione - ha dichiarato l'assessore all'istruzione e merito Elena Chiorino - perché aiuta ad acquisire maggiore sicurezza e consapevolezza delle proprie capacità, insegna che ci vuole impegno per ottenere successi e a superare gli ostacoli. Crediamo fermamente nel potenziare le attività sportive in classe per favorirà socialità ed il rispetto delle regole: un supporto fondamentale alla crescita di ciascuno e come Regione continueremo a lavorare per fortificare questa sinergia tra sport e istruzione".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore