/ Eventi e Tempo Libero

Eventi e Tempo Libero | 06 giugno 2022, 10:04

Special Olympics, una nuova torcia brucia sopra lo stadio Grande Torino come ai tempi del 2006. FOTO

Grande festa per la cerimonia di apertura dei 38esimi Giochi con la sfilata delle delegazioni, il giuramento e l'ingresso della torcia che ha acceso il tripode

Special Olympics, una nuova torcia brucia sopra lo stadio Grande Torino come ai tempi del 2006. FOTO

L'attesa è finalmente finita: con la cerimonia d'apertura andata in scena nella serata di domenica 5 giugno presso lo Stadio Olimpico “Grande Torino”, si sono aperti ufficialmente i XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Torino 2022, la più grande manifestazione sportiva dedicata a persone con disabilità intellettive mai realizzata in Italia con 3000 atleti, 20 discipline sportive, 1300 volontari, 420 delegati accompagnatori, 520 tecnici e 1400 familiari.

L'evento si è caratterizzato per un susseguirsi continuo e incessante di emozioni, con momenti di grande musica e spettacolo alternati al protocollo del cerimoniale olimpico con la conduzione di Francesco Gherardi, Raffaele Italiano e della campionessa di scherma Margherita Granbassi: la serata ha avuto inizio alle 21 con la sfilata delle delegazioni, suddivise per regione, con i 3mila atleti protagonisti assoluti delle gare in programma fino a giovedì 9 insieme ai loro tecnici. Dal campo si è poi levato un messaggio di pace universale, con l'ospite d'onore Arisa a intonare Imagine di John Lennon accompagnata al pianoforte dal Maestro Giuseppe Barbera e seguita da una intensa versione vocale dell'Inno di Mameli.  “Che io possa vincere, ma se non ci riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”: è stato il giuramento dell'atleta Special Olympics, ad annunciare al pubblico presente sugli spalti l'ingresso della torcia simbolo della diffusione dei valori olimpici tra i popoli scortata da un atleta e un atleta partner. L'entusiasmo è poi salito alle stelle con l'accensione del tripode e la dichiarazione di apertura dei Giochi a cura del Sindaco della Città di Torino Stefano Lo Russo.

Da oggi proseguiranno invece le gare (con orario 9-18.30) iniziate domenica mattina con il “divisioning”, raggruppamento degli atleti in batterie/gironi omogenei in base al livello di abilità per garantire a tutti la possibilità di esprimersi al massimo delle proprie potenzialità. #TORniamoINcampO, oltre a essere il claim scelto per i Giochi, da questo punto di vista sarà anche la parola d'ordine per i campioni che si cimenteranno dopo due anni di pandemia nelle 20 discipline in programma; gli sport di squadra si svolgeranno in modalità unificata, con la contemporanea presenza di giocatori con e senza disabilità. Torino sarà, a questo proposito, grande protagonista non solo come città ospitante attraverso la messa a disposizione delle oltre 20 strutture sportive coinvolte, ma anche e soprattutto come luogo accogliente e inclusivo.

Il dettaglio delle gare e degli impianti:

• Atletica Leggera: Stadio Primo Nebiolo, Viale Luigi Huges 10 Torino

• Badminton: Pala Vela, Via Ventimiglia 145 Torino

• Bocce: Bocciofila Borgo Rossini, C.so Terenzio Mamiani 5 Torino /

Bocciodromo Crescenzio Colletta, Lungo Dora P. Colletta 53 Torino

• Bowling: King Center, Via Monginevro 242 Torino

• Calcio: CUS Torino, Via Milano 63 Grugliasco

• Canottaggio: Circolo Canottieri Esperia, C.so Moncalieri 2 Torino

• Indoor Rowing: Società Canottieri Armida, Viale Virgilio 45 Torino

• Dragon Boat: Circolo Canottieri Esperia, C.so Moncalieri 2 Torino

• Equitazione: Circolo Ippico Horsebridge, Via Supeia Gallino 27 Nole

• Ginnastica Artistica: PalaGinnastica, Via Giacinto Pacchiotti 71 Torino

• Karate: Palazzetto Le Cupole, Via E. Artom, 111 Torino

• Ginnastica Ritmica: Palasport Moncrivello Eurogymnica, Via Moncrivello 8 Torino

• Golf: Royal Park I Roveri, Rotta Cerbiatta 24 Fiano

• Tennis: Circolo della Stampa Sporting, C.so G. Agnelli 45 Torino -

Impianto Sportivo Gaidano, Via Modigliani 25 Torino

• Pallacanestro: Centro Sportivo Sisport, Via Olivero 40 Torino

• Pallavolo: Pala Vela, Via Ventimiglia 145 Torino

• Nuoto: Acquatica Torino, C.so Galileo Ferraris 290 Torino / 

Palazzo del Nuoto, Via Filadelfia 89 Torino

• Tennis Tavolo: CUS Torino, Palazzetto di Grugliasco Via C.L.N. 53 Grugliasco

• Nuoto Acque Libere: Laghi di Avigliana, Via Monte Pirchiriano Avigliana

• Flag Rugby: CUS Torino, St. del Barocchio 27 Grugliasco

Il programma completo è disponibile sul sito della manifestazione.

Il PalaVela sarà il fulcro dell'intera manifestazione non solo come sede delle gare di badminton e pallavolo, ma anche con il Villaggio Special Olympics, punto di incontro tra gli atleti e i volontari: qui si svolgeranno attività di intrattenimento con musica live e animazione durante l'intero arco della giornata, oltre a laboratori didattici e un'area famiglie dedicata al relax. All'interno della struttura è fissata, per mercoledì 8 alle 21, anche la Festa di Chiusura dei Giochi.

Tra le proposte del Villaggio figurano:

• Programma Salute “Healthy Athletes – Villaggio Salute”: area dedicata alla salute e alla prevenzione con screening gratuiti per tutti gli atleti da parte di 150 medici e specialisti volontari (lunedì 9-18, martedì 9-18, mercoledì 9-17, giovedì 9-13);

• MATP Motor Activities Training Program: programma rivolto ad atleti con disabilità intellettive gravi/gravissime che non possono partecipare alle gare sportive, basato sullo sviluppo delle attività motorie di base (mercoledì 10-12);

• YAP Young Athletes Program: programma che prevede attività di gioco motorio per bambini con e senza disabilità intellettive dai 2 ai 7 anni prima di poter entrare, a partire dagli 8 anni, a far parte del mondo Special Olympics.

"Con il vostro impegno durante la pandemia avete elevato il concetto di resilienza a un livello superiore - ha detto Fabiana Dadone – Ministro per le Politiche Giovanili -: siete la testimonianza vivente di come grazie allo sport e a una grandissima esperienza di socialità sia impossibile lasciare qualcuno indietro. Con il Governo abbiamo sostenuto la candidatura per i Giochi Mondiali Invernali Special Olympics 2025, che si svolgeranno proprio qui a Torino, e continueremo a farlo: auguro ai ragazzi di divertirsi perché vederli felici mi riempie di gioia".

"Vedervi sfilare su questo campo meraviglioso per questo evento di grandissimo livello è stato un fiume di vita - ha aggiungo Alberto Cirio – Presidente Regione Piemonte -. Ripartire dal Piemonte e da Torino, inoltre, ha un significato simbolico di grande valore: siamo orgogliosi di aver ospitato grandi eventi come Eurovision, il Salone del Libro e il Festival dell'Economia in questi mesi, ma i Giochi Special Olympics sono sicuramente l'evento più qualificante in assoluto perché è in grado di scaldare i nostri cuori. Tutto il Piemonte vi abbraccia e vi manda un grandissimo in bocca al lupo".

"Diamo il benvenuto a Torino a tutto il movimento Special Olympics: il vostro giuramento ci permette di sottolineare la voglia di stare insieme all'uscita di 2 anni molto duri, che ci hanno tenuti distanti facendoci entrare in una dimensione non naturale di distanza fisica - ha sottolineato il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo -. Essere qui oggi è un motivo di grandissimo orgoglio e speranza perché lo sport avvicina le persone facendoci immergere nella realtà e nello spirito di condivisione".

Redazione Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore