/ Cronaca

Cronaca | 17 gennaio 2022, 16:21

Si spacciavano per sanificatori e svaligiavano case, arrestati 2 uomini

Scoperti con 40 mila euro di refurtiva e il kit per clonare le targhe delle auto

Si spacciavano per sanificatori e svaligiavano case, arrestati 2 uomini

Avevano oro, denaro e oggetti preziosi per 40mila euro: beni considerati dai Carabinieri provento di svariate truffe perpetrate ai danni di persone per lo più anziane. Due uomini di Ghislarengo, uno di 51 e uno di 29 anni, sono stati denunciati con l'accusa di ricettazione dai militari dei Nucleo investigativo di Novara, che sono giunti a loro indagando su una serie di truffe e furti.

In alcuni casi, in particolare, con la scusa di sanificare i locali a causa della pandemia, sedicenti addetti della Croce rossa o della Regione, convincevano le vittime ad aprir loro la porta dell'abitazione e poi, con una scusa, i falsi tecnici riuscivano a mettere le mani su oro, gioielli, oggetti di valore e, in un caso, persino di una Ferrari. Quando si rendevano conto del furto subito, ai malcapitati non restava altro da fare che sporgere denuncia. Altre persone, invece, avevano semplicemente scoperto il passaggio dei ladri al ritorno dal lavoro.

Nel corso delle indagini è emerso che sulle diverse scene del crimine compariva una Opel Astra, con targhe risultate clonate e gli accertamenti hanno portato i Carabinieri a Ghislarengo dove sono stati recuperati circa 40 mila euro in contanti, oro, monete, bracciali, gioielli, orologi ed è stata sequestrata una vettura all'interno della quale è stato trovato il kit per clonare targhe.

Redazione Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore