/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 aprile 2021, 19:30

CNA Piemonte Nord scrive ai parlamentari: riaprire in sicurezza bar e ristoranti

Presentato un documento unitario. Pasquino: “L’evidenza epidemiologica non può imputare a queste imprese la trasmissione del virus”

CNA Piemonte Nord scrive ai parlamentari: riaprire in sicurezza bar e ristoranti

CNA Piemonte Nord invierà ai parlamentari eletti nei collegi territoriali locali un documento sottoscritto unitariamente con le altre associazioni dell’artigianato e delle piccole imprese a livello nazionale, per chiedere la riapertura in sicurezza delle attività di ristorazione (in allegato in fondo all'articolo).

L’evidenza epidemiologica non può imputare a queste imprese la trasmissione del virus, che è rimasta alta da prima di Natale, da quando queste attività in pratica sono chiuse. Il documento è stato predisposto per presentare le nostre proposte concrete per consentire la ripresa dell’attività in piena sicurezza - spiega Marco Pasquino, direttore CNA Piemonte Nord - con particolare riferimento a bar, ristoranti e attività di catering”.

Il documento è stato inviato dalle confederazioni che lo hanno sottoscritto, tra cui CNA, al Ministro della Salute, al Ministro dello Sviluppo Economico, al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, al Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, al Presidente della Commissione Industria Del Senato e della Camera, al Presidente della Conferenza delle Regioni e infine al Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico.

Invieremo il documento anche a coloro che rappresentano il nostro territorio in Parlamento – prosegue Pasquino - a fronte di possibili ulteriori misure di restrizione per tutto il mese di aprile della chiusura delle attività con posti a sedere, già annunciate dal Governo. Sono coinvolte circa 3.350 imprese sul territorio delle tre province Novara, Vercelli e VCO, con un indotto considerevole nel comparto della produzione agroalimentare e in svariati servizi, come le lavanderie industriali, le imprese di pulizia. Il settore è allo stremo, non regge più questa situazione, sono migliaia i posti di lavoro a rischio che non possono essere ignorati”.


Files:
 documento unitario in tema di ristorazione def 002 -1 (294 kB)

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore