/ Novara

Novara | 30 dicembre 2020, 17:12

M5S: Iacopino (capogruppo a Novara), chi lascia movimento si dimetta

M5S: Iacopino (capogruppo a Novara),  chi lascia movimento si dimetta

Non si sono fatte attendere dall’interno del Movimento 5 Stelle piemontese le reazioni alla notizia della decisione di Giorgio Bertola e Francesca Frediani, già candidato governatore e già capogruppo, entrambi al secondo mandato nel Consiglio Regionale del Piemonte, di lasciare il Movimento 5 Stelle e di passare al gruppo misto.

Il capogruppo pentastellato al Comune di Novara, Mario Iacopino, pur non citando i nomi dei due consiglieri regionali, ha commentato la vicenda sul suo profilo Facebook  

“Ci sono persone, anche che stimo e conosco – ha scritto -  che negli anni hanno deciso di lasciare il Movimento per intraprendere un altro percorso. Ognuno con le sue ragioni, discutibili o meno. Persone che hanno dato tanto e, purtroppo, non trovano più gli stimoli di un tempo. Bisogna ricordarsi di questo e non lasciare spazio alla rabbia e agli insulti social. Bisogna sempre portare rispetto.  Ne conosco tante altre che, invece, continuano a portare avanti le battaglie all'interno delle istituzioni. Me compreso che, nel mio piccolo e con i miei limiti, cerco di dare anima e corpo ogni giorno della mia vita. Ora, senza la velleità di dare lezioni o la presunzione di giudicare gli altri, mi permetto di dire la mia”.

“Chi decide di lasciare il Movimento 5 Stelle – precisa Iacopino - deve dimettersi, per poi portare avanti liberamente le proprie idee, facendosi rieleggere con altri simboli.  Chi decide di lasciare il Movimento 5 Stelle si deve dimettere, lo deve fare per coerenza, quella coerenza che viene troppo spesso contestata agli altri. Chi lascia il Movimento deve dimettersi, lo deve agli attivisti che sul territorio spendono sangue, energie e tempo e chiedono solo coerenza a noi che siamo cittadini che portano la loro voce nelle istituzioni”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore