/ Cronaca

Cronaca | 23 ottobre 2020, 16:16

Coprifuoco anche in Piemonte? Cirio: "Lo decideremo entro questa sera, quando valuteremo i contagi" [VIDEO]

Il governatore: "Facciamo il punto con chi sta sul territorio, ovvero i sindaci. La situazione è diversa rispetto all'inizio della settimana: dobbiamo prendere di petto le accelerazioni"

Coprifuoco anche in Piemonte? Cirio: "Lo decideremo entro questa sera, quando valuteremo i contagi" [VIDEO]

"Stiamo facendo le varie riunioni in queste ore per fare il punto con tutti, anche gli enti locali. Martedì eravamo rimasti d’accordo per risentirci oggi e valutare l’andamento della settimana anche con il Ministero".

L'ombra del "coprifuoco" si allunga anche sul Piemonte, dopo aver interessato Milano e la Lombardia proprio nei giorni scorsi (con chiusura dal 23 alle 5.30 escluse le persone che possono autocertificare ragioni di lavoro o inderogabili) e a porre la questione sul tavolo (o quantomeno a non eliminarla) è il governatore del Piemonte, Alberto Cirio.

Il presidente, intervenendo alla trasmissione "Un Giorno da Pecora" sulle frequenze di Radio Uno ha ribadito che "si sta valutando il da farsi e decideremo entro stasera, la situazione è diversa rispetto all'inizio della settimana". Un coprifuoco, ha precisato, che nel caso entrasse in vigore avrebbe validità a partire dalla giornata di lunedì.

"C'è anche un ragionamento di omogeneità - ha sottolineato Cirio, parlando invece della chiusura dei centri commerciali, che entrerà in vigore proprio in questo weekend - soprattutto per le realtà al confine. E da lunedì entrerà in vigore la didattica a distanza per le scuole superiori dalla seconda alla quinta".

Con una deroga, per i fiorai: "Abbiamo usato il buon senso, si tratta di un servizio e siamo a ridosso della Festa dei Santi", ha detto Cirio.

"L'esperienza del primo Covid - ha proseguito il presidente - ci ha insegnato che non ha senso fare decisioni provincia per provincia perché il virus non conosce confini. Piuttosto le si faccia per aree omogenee. Ci confrontiamo quotidianamente con la Lombardia, con cui abbiamo scambi costanti di lavoratori e studenti tutti i giorni". "Dobbiamo preservare la vita delle persone, senza trascurare la vita economica delle persone".

"Immuni? L'ho scaricata ma non mi ha mai dato segnali. Forse perché non mi sono mai avvicinato a positivi", ha concluso il suo intervento Cirio.

Dal corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore