/ Novara

Novara | 31 luglio 2020, 08:10

Cultura, musica e benessere per un'estate ricca di appuntamenti a Santa Maria Maggiore

La montagna alla giusta distanza aspetta grandi e piccini per una vacanza serena e sicura

Cultura, musica e benessere per un'estate ricca di appuntamenti a Santa Maria Maggiore

Cultura, musica e benessere. Santa Maria Maggiore propone anche per questa estate un ricco programma di eventi. Un interessantissimo calendario di manifestazioni in grado di accontentare tutti, per una stagione estiva davvero coinvolgente, sempre però nel rispetto della salute di tutti. Per questo motivo è stato affrontato il percorso con l’Università di Torino che ha portato al conferimento del prestigioso marchio “Covidless Approach&Trust”. A Santa Maria Maggiore la montagna alla giusta distanza aspetta grandi e piccini per una vacanza serena e sicura. Il calendario eventi per la stagione 2020, stilato quindi in precisa ottica post-Covid, è formato da tre differenti tipologie di manifestazioni. Per il calendario completo CLICCA QUI

EVENTI BENESSERE E NATURA

Eventi che permetteranno di vivere coinvolgenti esperienze a contatto con la natura più intatta della Valle Vigezzo, a passo lento, in piccoli gruppi familiari (o poco più estesi), in momenti della giornata inusuali e in ambienti poco affollati con proposte di trekking nel Parco nazionale della Val Grande; appuntamenti di forest therapy, di immersione totale nella natura, di passeggiate all’alba, al tramonto, al chiaro di luna, che permetteranno di conoscere ed apprezzare il territorio da un punto di vista differente e privilegiato; sedute di yoga all’aperto, per attimi di autentico relax nella natura.

Per tutte le informazioni CLICCA QUI

EVENTI CULTURA E MUSICA

Gli eventi culturali e musicali saranno anche quest’anno il cuore degli appuntamenti estivi di Santa Maria Maggiore. Non mancheranno le mostre, molte delle quali saranno allestite open-air tra vicoli e piazze del caratteristico borgo,  i concerti di Musica da bere, ai quali il pubblico potrà assistere seduto, ma… alla giusta distanza.  Tra le esposizioni di indubbio rilievo la mostra“Giovanni Battista Ciolina. Una ricerca coscienziosa del vero”, allestita in occasione del centocinquantesimo della nascita dell'artista e che porta all'attenzione del pubblico una ampia selezione di opere grafiche del grande maestro vigezzino Giovanni Battista Ciolina (1870-1955), realizzate nel corso della sua lunga vita, ponendo particolare attenzione al quinquennio di formazione presso la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” sotto la direzione di Carlo Giuseppe Cavalli e l'alunnato del figlio Enrico. A questo primo gruppo di lavori segue invece una selezione di opere dedicate soprattutto al ritratto, che Ciolina sviluppò prevalentemente in ambito privato, ed al complesso rapporto che in genere i pittori della scuola dei Cavalli ed in particolare Ciolina ebbero con la fotografia quale strumento propedeutico al ritratto pittorico.

Immancabile anche quest’anno l’appuntamento con la rassegna “Musica da bere”, l‘amatissima stagione musicale organizzata come di consueto sotto la direzione artistica del Maestro Roberto Bassa: un programma ricco e diversificato che sarà vissuto quest'anno in modalità originali e creative, anche grazie a nuove sedi che permetteranno una fruizione in totale sicurezza per il pubblico che segue con affetto “Musica da bere” da ormai molti anni.

E cresce col passare dei giorni l’attesa per il “Sentieri e Pensieri, festival letterario diretto da Bruno Gambarotta. Anche quest’anno, dal 19 al 25 agosto, sono attesi in Valle Vigezzo grandi protagonisti della cultura, della letteratura e dello spettacolo: Guido Catalano, Davide Cassani e Giacomo Pellizzari, Annibale Salsa, Nicola Gratteri, Marianna Aprile, Luca Cerchiari, Maria Antonietta “Anty” Pansera e Maria Teresa Chirico, Ascanio Celestini , Matteo Saudino, Alberto Sinigaglia e Guido Coppin, Marco Cattaneo, Benito Mazzi, Eliana Liotta. Un programma davvero interessantissimo e una nuova location: quest’anno “Sentieri e Pensieri” cambierà la propria sede per spostarsi nell’arioso e splendido Parco di Villa Antonia. Il festival letterario verrà infatti rimodulato per seguire le direttive governative in materia di contenimento della pandemia. Unica raccomandazione: i posti devono essere prenotati, occorre pertanto affrettarsi perché ci stiamo già avvicinando al sold-out. 

Per prenotazioni CLICCA QUI

Da visitare poi assolutamente la mostra open air “Herbarium vagans” che vede la partecipazione di artisti italiani e internazionali che hanno ritratto, ognuno secondo il proprio stile, un’erba officinale che cresce tra Alpi e Prealpi. Herbarium vagans è, come dice il nome stesso, un erbario itinerante: raccoglie e racconta erbe e fiori che evocano immagini, profumi e ricordi alpini. Le opere sono esposte su grandi pannelli affissi all’esterno e sparse nel centro storico di Santa Maria Maggiore, appese tra antiche dimore e in angoli suggestivi a volte dimenticati: una modalità di fruizione che permette non solo di goderne quanto e quando si vuole, ma anche di ovviare alle criticità che tutti conosciamo in questo periodo. E, insieme, che vuole accompagnare l’osservatore, anch’egli “vagans”, in un viaggio a piedi tra profumi, atmosfere e suggestioni alpine. Per tutte le informazioni CLICCA QUI

 “IncoronAzioni – AZIONI CULTURALI CONTRO IL VIRUS”

Ma non è tutto. Il terzo filone di eventi culturali è una novità assoluta: nati e pensati in chiave Covidless, “IncoronAzioni – Azioni culturali contro il virus”- non sarebbero esistiti senza l’emergenza che ci stiamo lasciando alle spalle. Ecco allora che a piccoli momenti musicali (musica elettronica, musica classica, celtica, ecc), s’alterneranno flashmob di danzaletture, presentazioni di quadri, oltre a una rassegna stampa settimanale trasmessa in filodiffusione per le vie del borgo: eventi originali  realizzati nell’ottica dello scorrimento e della fluidità. Ciò significa offrire agli artisti un palco speciale (un cortile privato, un balcone, un portico) di fronte al quale il pubblico potrà soffermarsi per il tempo che vorrà, ma non avrà sedute e potrà evitare assembramenti, con una fruibilità scorrevole e sicura.
Una tipologia di spettacolo appositamente studiata per i più giovani, ma che sarà apprezzata anche dalle persone più mature: tutti potranno assaporare eventi inediti, che contribuiranno a rendere Santa Maria Maggiore ancora più vivace.

Per tutte le informazioni CLICCA QUI

 

 

REDAZIONALE IP

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore