/ Cronaca

Cronaca | 09 luglio 2020, 18:05

Università Piemonte Orientale, si prepara il rientro con lezioni anche sabato e domenica

Boom di iscritti al test di Medicina

Università Piemonte Orientale, si prepara il rientro con lezioni anche sabato e domenica

C’è il rischio di un calo del 10% nelle immatricolazioni? Se la stima arriva dal Ministro Manfredi è certamente credibile. Noi dal canto nostro stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti possibili, accedendo proprio alle risorse messe a disposizione dallo Stato e intervenendo su tasse, borse di studio e residenzialità, per evitare che gli effetti della crisi post Covid si scarichino sugli studenti”.

È complessivamente ottimista Giancarlo Avanzi, rettore dell’Università del Piemonte Orientale, rispetto alla ripresa dell’attività dell’Ateneo e alla tenuta del numero dei nuovi iscritti.

Abbiamo un sensore – aggiunge – che ci fa ben sperare: il boom delle iscrizioni ai test di selezione per la facoltà di medicina: oltre 600 in pochi giorni”. Avanzi ha presentato oggi nel corso di una conferenza stampa il piano per la ripresa, che, come ha sottolineato il Rettore, cercherà di privilegiare per quanto possibile il ritorno in presenza. “Abbiamo previsto – spiega il Rettore - una modalità blended: lezioni contemporaneamente in presenza e in live streaming. Sarà data la precedenza agli insegnamenti di base e caratterizzanti; alcuni insegnamenti opzionali potranno essere erogati solo online. Si allungherà l'orario, con lezioni no-stop dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì e, se necessario, anche il sabato fino alle 16.30 ed eventualmente la domenica”.

La ridotta capacità delle aule sarà contrastata nei corsi che hanno l’obbligo di frequenza, con la divisione degli studenti in gruppi che seguiranno le lezioni in presenza a turno (una settimana sì e una settimana no); nei corsi senza obbligo di frequenza, attraverso prenotazione del posto attraverso una piattaforma dedicata (se la capacità è saturata, si potrà seguire la lezione online).

Saranno invece completamente online, a partire dal 1° settembre, anche tutte le procedure di immatricolazione e di iscrizione, per evitare code e assembramenti. Prima dell'avvio delle lezioni si svolgerà la 'Settimana delle matricole', durante la quale gli studenti, a gruppi contingentati, potranno familiarizzare con l’università. “Riaprire le aule non è un capriccio” ha concluso il Rettore . “Noi non  ci prestiamo ad avventate competizioni per immatricolare ogni studente possibile; lasciamo alle ragazze e ai ragazzi la libertà e la bellezza della propria scelta maturata secondo le proprie convinzioni. Siamo persuasi che non si lasceranno attirare da messaggi tanto allettanti quanto ingannevoli e pronti a essere abbandonati non appena l’emergenza epidemiologica sarà terminata”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore