/ Attualità

Attualità | 02 aprile 2024, 18:42

Carabinieri restituiscono alla Diocesi dopo quasi 50 anni opera d’arte rubata in chiesa valsesiana

Carabinieri restituiscono alla Diocesi dopo quasi 50 anni opera d’arte rubata in chiesa valsesiana

I Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Udine hanno recuperato dopo quasi 50 anni un’antica statua lignea del diciassettesimo secolo rubata da una chiesa del piccolo centro valsesiano di Fobello, in provincia di Vercelli. La statua, di 74 centimetri di altezza, rappresenta un apostolo con un libro in mano, barba e mantello damascato. La statua è stata recuperata presso un antiquario dai Carabinieri dell’Arte del Friuli Venezia Giulia, dopo che era stata trasferita all’estero facendola entrare nel circuito illecito delle esportazioni.

L’opera d’arte sarà formalmente restituita alla diocesi di Novara – di cui Fobello fa parte – giovedì mattina. Nell’occasione il Comandante del Nucleo TPC di Udine, Magg. Alessandro Volpini, illustrerà i dettaglio della singolare operazione, che consente di riportare a casa un manufatto rubato dopo quasi mezzo secolo. La statua sarà consegnata al Vicario generale della Diocesi di Novara, Mons. Fausto Cossalter, al parroco della chiesa di san Giacomo Maggiore di Fobello (VC), Don Giuseppe Vanzan, e al Direttore Ufficio Beni culturali ecclesiastici di Novara dott. Arch. Paolo Mira.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore