/ Sport

Sport | 07 novembre 2023, 10:30

Finale C.I.S. under 10 a Lignano Sabbiadoro: Scacchistica Novarese sesta!

Dal 29 ottobre al 1 novembre Lignano Sabbiadoro ha ospitato la fase finale dei Campionati Italiani a Squadre giovanili di scacchi.

Finale C.I.S. under 10 a Lignano Sabbiadoro: Scacchistica Novarese sesta!

La Scacchistica Novarese è tornata a prendervi parte dopo ben 15 anni di assenza, giustificabili soprattutto dallo scarso interesse che la manifestazione aveva riscosso durante questo periodo, con eccessivi cambiamenti di regolamento e criteri di ammissibilità. In precedenza limitato alla sola categoria under 16, con la recente suddivisione del torneo in cinque fasce d'età l'evento aveva già avuto un deciso e logico "rialzo delle quotazioni"; successivamente, durante la pandemia si era presa la decisione (temporanea ma per ora confermata) di renderlo open, eliminando i criteri di qualificazione su base regionale e dando la possibilità alle squadre di iscriversi direttamente alla finale nazionale.

Su quest'ultimo punto si potrà magari tornare a discutere in futuro, ma attualmente si sta dimostrando di successo in quanto le fasi regionali non hanno numericamente risentito del proprio "declassamento", mentre la finale nazionale ne sta ricavando grossi benefici in termini di partecipazione, senza alcun effetto collaterale negativo; neppure sotto l'aspetto qualitativo, perchè tendenzialmente non ci si assume l'onere (organizzativo e soprattutto economico) di portare alla finale squadre che non siano all'altezza della competizione. Si spiega allora facilmente come l'edizione 2023 a Lignano Sabbiadoro abbia letteralmente polverizzato i precedenti record di presenze, contando un totale di 81 squadre e 393 giocatori presenti, nelle cinque categorie.

La Scacchistica Novarese è stata quindi presente nella categoria under 10, con una squadra inesperta ma di talento, formata dal borgomanerese Alessandro Amoruso (del nostro gruppo scacchi di Arona), e dai novaresi Lorenzo Dago, Leonardo Corciolani e Dario Wimberger, e capitanata dall'Istruttore Nazionale FSI Roberto Fusco. L'inesperienza è emersa tutta (ma quasi esclusivamente...!) nel primo turno: opposti subito alla squadra sulla carta più forte del torneo, quella di Palermo, i nostri sono stati sconfitti 4-0 al termine di un match più equilibrato sulle scacchiere di quanto non dica il punteggio, faticando soprattutto a mantenere la giusta "disciplina" e la necessaria attenzione nell'arco dell'incontro. Questo "difetto" non ci ha sorpreso...: era il problema più temuto alla vigilia perchè Lorenzo e Leonardo non avevano mai affrontato prima un torneo di livello neppure lontanamente paragonabile, ed anche Alessandro e Dario che avevano già avuto modo di giocare importanti tornei individuali si sono trovati in un contesto del tutto nuovo, trattandosi stavolta di una competizione a squadre, per certi versi molto differente.

La batosta subita è servita da spunto al capitano per ribadire ai giocatori una volta ancora alcuni concetti già ampiamente espressi in fase di preparazione, ma che è difficile comprendere appieno fino a che certe situazioni non diventano "reali e dolorose"!Sorprendente però è stata la reazione dei quattro giovanissimi novaresi: nel resto del torneo è rimasta solo l'ombra dei nostri problemi di "approccio" apparsi tanto evidenti nella prima sfida; e con l'avvento degli incontri "caldi", la determinazione e la grinta hanno preso nettamente il sopravvento sulla naturale istintività tipica dell'età e si sono viste partite quasi "interminabili" tra giocatori da una parte e dall'altra ben decisi a prendersi il giusto tempo per riflettere prima di muovere, per evitare errori che possono ripercuotersi negativamente sul risultato dell'intera squadra.

Questo effetto è abbastanza naturale negli scacchi, ma particolarmente per i più piccoli viene fortemente amplificato nelle competizioni a squadre, che hanno per questo una valenza educativa inestimabile! La seconda giornata di torneo è stata trionfale per la Scacchistica Novarese under 10, capace di infliggere un rotondo 4-0 a Mestre ed un pesante 3,5-0,5 alla squadra "Ostia Black". Giunti a medio-alta classifica, nel quarto turno di martedì mattina i nostri hanno affrontato un'altra delle squadre favorite, quella di Palmanova, ma ugualmente conseguito la terza vittoria consecutiva (3-1)! A due turni dal termine, la classifica vedeva ora in testa "Ostia Green" con 7 punti, tallonata da Prato, Palermo e Novara, affiancate a 6. Dopo la "falsa partenza", siamo in piena corsa per podio e titolo! Nonostante un'ennesima prova di qualità e carattere, il quinto turno vede però la Scacchistica Novarese cedere di misura, 2,5-1,5, alla squadra di Bologna; la concomitante sconfitta di Ostia con Prato, che passa in testa, tiene ancora aperte speranze di scudetto per molte squadre, compresa la nostra.Mercoledì 1 novembre si gioca l'ultimo turno: Novara ha l'onore/onere di giocarsela coi battistrada pratesi: in caso di sconfitta 4-0 si finirebbe addirittura all'undicesimo posto, ma in caso di vittoria 4-0, con risultati favorevoli sugli altri tavoli si può ancora vincere il campionato.

Alla squadra di Prato basterebbe un pareggio per lo scudetto, ma la partenza per loro è uno shock: i nostri vanno ben presto, e autoritariamente, avanti 2-0! Purtroppo, nonostante una grande lotta e una strenua resistenza, non riusciamo però ad arginare la rimonta dei giovani toscani, che riprendono per i capelli il 2-2 ed uno scudetto che sembrava compromesso. Prato è Campione d'Italia con nove punti, davanti a Palermo e Ostia, mentre la Scacchistica Novarese under 10 chiude il campionato a sette punti di squadra e 14 su 24 individuali, con un bel sesto posto (che ci sta un po' stretto) e la convinzione che "se l'incontro con Palermo l'avessimo giocato il 2 novembre invece che il 29 ottobre..."Scacchi: un gioco per crescere...

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore