/ Politica

Politica | 18 novembre 2022, 16:20

“La bozza Calderoli ci restituisce un’Italia spezzettata”

Ravetti (Pd): “Cirio venga in commissione a tenere un’informativa. A Roma non ha rappresentato solo se stesso”

“La bozza Calderoli ci restituisce un’Italia spezzettata”

“La bozza sull’autonomia presentata in questi giorni dal Ministro Calderoli desta parecchie perplessità e rischia di disegnare un’Italia spezzettata. Infatti, il federalismo per essere efficace deve prevedere livelli essenziali di prestazione, deve essere inserito in una legge quadro e deve essere l’oggetto di una discussione attenta e costruttiva in Parlamento. Non può e non deve essere una riforma calata dall’alto, ma deve coinvolgere tutti gli attori interessati” dichiara il Vicepresidente della Commissione Autonomia del Consiglio regionale Domenico Ravetti.

“Ho chiesto al Presidente della Commissione Autonomia del Consiglio regionale Lanzo e al Presidente Cirio di tenere un’informativa in Commissione perché non sono andati a Roma a rappresentare se stessi, ma il Piemonte intero e credo che debbano spiegarci quale posizione abbiano tenuto su un tema tanto delicato e come intendano muoversi in futuro” prosegue Ravetti.

“Ritengo che accanto al tema di una proposta per l’autonomia differenziata regionale che deve essere frutto di una mediazione e resa equilibrata per tutto il Paese, debba essere definita, contemporaneamente, tutta la riorganizzazione dello Stato sui territori. Si deve partire dalle certezze che mancano ai Comuni sul piano economico, delle competenze e delle norme in un vero contesto di Federalismo Municipale. E sono d'accordo con la proposta di ritorno al voto dei cittadini per eleggere Presidente e Consiglio provinciale, ma anche in questo ambito con garanzie economiche e maggiore chiarezza sulle competenze” conclude Ravetti.



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore