/ Politica

Politica | 13 giugno 2022, 16:58

A Divignano Luciano Carlana batte il primo cittadino uscente Bacchetta

A Cavaglio, Casalvolone e Biandrate erano presenti singole liste. Eletti i primi cittadini grazie al superamento del 40%

A Divignano Luciano Carlana batte il primo cittadino uscente Bacchetta

Mentre è ancora in corso lo spoglio delle schede a Borgomanero, è già ufficiale l’elezione dei sindaci degli altri comuni più piccoli, in tre dei quali (Cavaglio, Casalvolone e Biandrate) era presente un solo candidato.

A Cavaglio è stata eletta Enrica Tacca, 43 anni, nella precedente giunta assessore a urbanistica, edilizia pubblica e privata, e lavori pubblici. Tacca ha ottenuto 445 voti e la sua lista “Insieme” avrà a disposizione tutti gli 8 seggi

A Casalvolone resta sindaco Ezio Piantanida, 77 anni, uno dei primi cittadini più longevi della provincia: sindaco per la prima volta nel 2002, poi di nuovo nel 2007. Nel 2017, dopo cinque anni da vice, la rielezione, oggi confermata con 329 voti.

A Biandrate dove il quorum del 40 per cento dei votanti è stato raggiunto per una manciata di voti (alla fine la percentuale si è fissata al 40,71%)  sindaco per il terzo mandato consecutivo sarà Luciano Pigat, geometra di 69 anni. Pigat ha ottenuto 297 voti e 10 seggi

Tra i piccoli comuni al voto, solo a Divignano c’è stata sfida vera tra l’uscente Gianluca Bacchetta e Luciano Carlana. E’ stato quest’ultimo ad avere la meglio: con 420 voti ha ottenuto il 62,4% e sette seggi, mentre il sindaco uscente ha ottenuto 253 voti pari al 37,59% e tre seggi. La percentuale dei votanti è stata 59,09%

 

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore