/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 gennaio 2022, 16:00

Confartigianto di Borgomanero cerca 2 giovani per il Servizio Civile

I selezionati andranno a seguire il progetto ‘Cittadinanza digitale: accompagnamento all’uso consapevole ed efficace dei nuovi strumenti di accesso ai servizi’

Confartigianto di Borgomanero cerca 2 giovani per il Servizio Civile

Nuovo bando per progetti di servizio civile, con scadenza di presentazione delle domande il prossimo 26 gennaio alle ore 14.

L’Associazione Nazionale delle Comunità Sociali e Sportive di Confartigianato (Codice SU00084) è presente con due iniziative sperimentali di Servizio civile digitale, nell’ambito del programma denominato ‘Cittadinanza digitale: accompagnamento all’uso consapevole ed efficace dei nuovi strumenti di accesso ai servizi’, che coinvolge in tutta Italia 12 sedi e 22 volontari.

Per le nostre province la sede di progetto è Novara, con due progetti e due posti disponibili.

I giovani interessati, in possesso dei requisiti previsi dal Bando, potranno scegliere uno fra i seguenti progetti:

Digital divide: facilitatori digitali ponte fra generazioni

L’obiettivo generale del Progetto è favorire una maggiore accessibilità alle informazioni e ai servizi da parte degli anziani, creando contemporaneamente una spinta verso l'infrastrutturazione tecnologica a supporto di questa categoria di persone, così come di tutte quelle fasce della popolazione che, per i motivi più disparati, faticano ad utilizzare in modo efficace e soprattutto consapevole gli strumenti ed i canali che le nuove frontiere digitali mettono a disposizione. Il rischio che restino esclusi dalla trasformazione digitale in atto e privati della possibilità di esercitare i loro diritti di cittadinanza in digitale è drammaticamente elevato e rallenta il percorso avviato verso una compiuta e diffusa Cittadinanza Digitale (sintesi)

Anziani e transizione digitale: volontari al servizio del cambiamento

Il progetto intende rafforzare le capacità digitali delle persone, senza discriminazioni di sorta, partendo dai più giovani (volontari del servizio civile digitale) per poi rivolgersi – in fasi successive - ai più anziani, attraverso strategie di “peer education”. Aumentando le capacità digitali della popolazione, con particolare attenzione alle categorie più fragili e a rischio di esclusione ed emarginazione, sarà infatti offerta a tutti la possibilità di sfruttare al meglio i nuovi servizi digitali pubblici e privati e di partecipare in modo più consapevole e competente ai processi politici, sociali, culturali ed economici, valutando le conseguenze delle proprie azioni per la creazione di una società digitale e democratica (nuova cittadinanza digitale). (Sintesi)

Per info: Ancos Confartigianato: referente Renzo Fiammetti (tel 0321.661111, renzo.fiammetti@artigiani.it)

Modalità di partecipazione

Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it dove, attraverso un semplice sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale candidarsi.

Ai giovani selezionati, che saranno poi avviati al servizio civile, è riconosciuto un assegno mensile pari a € 444,30.

Nella sezione “Per gli operatori volontari" del sito politichegiovanili.gov.it sono consultabili tutte le informazioni utili alla presentazione della domanda nonché del bando, da leggere attentamente.

Anche quest’anno, per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.

Possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti:

cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;

aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;

non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Se si intende partecipare ai progetti dedicati ai giovani con minori opportunità (se il bando lo prevede), fermo il possesso dei requisiti sopra indicati, occorre appartenere alla categoria specifica indicata dal progetto.

Non possono presentare domanda i giovani che:

appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;

abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale o universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;

intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di consultare il testo completo del Bando:

https://www.politichegiovanili.gov.it/comunicazione/avvisi-e-bandi/servizio-civile/bandi-di-selezione-volontari/bando-ordinario-2021/

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore