/ Politica

Politica | 28 luglio 2021, 10:00

Fonzo su Ex campo Tav: "Bene la riqualificazione, ma non sia un nuovo ghetto"

"L’area è una delle delle realtà sociali più complesse della città"

Fonzo su Ex campo Tav: "Bene la riqualificazione, ma non sia un nuovo ghetto"

La notizia che il Governo abbia finanziato il "progetto" per la riqualificazione dell'ex Villaggio Tav e la realizzazione di un nuovo quartiere è una buona notizia.

Per noi è indispensabile che il progetto abbia alcune caratteristiche: non sia un ghetto, gli edifici di edilizia popolare siano di qualità, il nuovo quartiere sia armonicamente integrato con il contesto urbano, non ci siano nuovi supermercati/centri commerciali, ma attività di prossimità e servizi per i residenti, i progetti di riqualificazione sia discussi con le associazioni attive nella struttura.

L’area è una delle delle realtà sociali più complesse della città. Voluta nel 2010 dell’amministrazione Giordano, cresciuta a dismisura per alcuni anni con oltre cinquecento persone rimaste senza casa, attualmente è occupato da un’ottantina di persone, circa venti nuclei familiari con quaranta minori; la maggior parte sono stranieri. A loro si aggiungono una cinquantina di persone ospitate nel dormitorio.


Il fatto che il Comune di Novara abbia "portato a casa" un solo progetto di questo tipo nell'ambito del Recovery plan, invece, è un risultato modesto: Canelli aveva proposto ben 38 idee progettuali, ne è stata finanziata solo una; gli altri capoluoghi del Piemonte, eccetto Biella maglia nera con un solo progetto, hanno almeno 3 maxi progetti finanziati.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore