/ Politica

Politica | 22 luglio 2021, 14:00

Equilibri di bilancio, Mazza: "una situazione in linea con quanto preventivato sotto diversi punti di vista"

La verifica ha riscontrato l’assenza di squilibri emergenti

Equilibri di bilancio, Mazza: "una situazione in linea con quanto preventivato sotto diversi punti di vista"

Il Consiglio provinciale, nella seduta di oggi, martedì 20 luglio, si è espresso sugli equilibri di Bilancio di previsione 2021-2023, rispetto ai quali "è emersa – commenta la consigliera delegata al Bilancio e Tributi Monia Mazza una situazione in linea con quanto preventivato sotto diversi punti di vista. Questo è il risultato di una gestione attenta e oculata delle risorse a disposizione dell’Ente: l’Amministrazione, grazie alla preziosa collaborazione dei nostri uffici, ha lavorato secondo il programma e considerando con grande attenzione le priorità, senza comunque tralasciare le eventuali situazioni emergenziali che si sono prospettate nel corso di questi mesi".

La verifica ha riscontrato l’assenza di squilibri emergenti "nella gestione dei residui e debiti fuori bilancio riconosciuti e non finanziati. Inoltre – prosegue la consigliera - dai bilanci dell’esercizio 2020 finora approvati dalle società partecipate non emergono risultati di gestione che possono comportare effetti tali da pregiudicare il mantenimento dell’equilibrio di bilancio dell’Ente. Il fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità iscritto in bilancio è congruo ed è inoltre stata verificata la congruità del fondo di riserva e di cassa: le previsioni risultano coerenti con il mantenimento degli equilibri del Bilancio di previsione. La gestione degli incassi e dei pagamenti è stata finalizzata a garantire un’adeguata liquidità per evitare l’utilizzo di anticipazioni di cassa e l’esigenza di dar corso in modo tempestivo ai pagamenti, conformemente alla normativa vigente. Abbiamo inoltre effettuato la ricognizione sullo stato di attuazione delle missioni e dei programmi contenuti nel Dup 2021-2023: la necessità di apportare variazioni al Bilancio di previsione 2021/2023 è stata perseguita in parte stornando da altri stanziamenti che presentano sufficiente disponibilità, in parte applicando i contributi e applicando una quota di avanzo vincolato e di avanzo libero per far fronte a esigenze della gestione comunicate dai responsabili dei vari Servizi e adeguare la codifica degli stanziamenti al provvedimento di riorganizzazione della struttura secondo quanto previsto dal decreto n. 69/2021".

In particolare è stato applicato un avanzo vincolato da trasferimenti "per 104.880,02 euro per il finanziamento dei trasferimenti ai partner del progetto finanziato dalla fondazione Cariplo denominato “Ecocavour: studio di fattibilità per la creazione del corridoio ecologico del Canale Cavour tra Agogna e Ticino”, per il progetto “Slowmove – Programma coop Interreg - Associazione Locarno-Milano-Venezia”. Inoltre – aggiunge la consigliera - vengono applicati un avanzo vincolato da leggi e principi contabili per 14.546,16 euro per lo svincolo di un impegno relativo al pagamento di un legale, un avanzo libero per 1.535.841,04 euro, dei quali 905.841,04 euro per spese in conto capitale, 30.000 euro per spese correnti non ripetitive connesse alla partecipazione dell’Ente all’organizzazione della tappa novarese del “Giro d’Italia. Sono state inoltre accolte ulteriori richieste di variazione e storno tra capitoli per poste di minore entità".

la consigliera Mazza ricorda che "il provvedimento dispone altresì di programmare gli interventi relativi ai lavori pubblici superiori a 100.000 euro finanziati dalle variazioni, modificando il Dup: questa serie di variazioni ci consentirà di lavorare ancora al meglio delle nostre possibilità nei prossimi mesi, nonostante l’evoluzione strutturale ed economica dell’Ente tuttora in corso a seguito della riforma del 2014 e, soprattutto, a rispetto a tutte le problematiche che si sono verificate nel 2020 a causa della pandemia. Nel complesso – conclude la consigliera - va rilevato che 450.000 euro dell’avanzo libero sono stati destinati al Servizio Edilizia scolastica e 450.000 euro al Settore viabilità, rispondendo con questa iniziativa amministrativa a quelle che sono considerate le maggiori urgenze e priorità tra le competenze dell’Ente a favore della popolazione del Novarese".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore