/ Politica

Politica | 22 luglio 2021, 09:30

Bilancio provinciale, nuove risorse per l’edilizia scolastica

Sono stati applicati gli avanzi di amministrazione

Bilancio provinciale, nuove risorse per l’edilizia scolastica

La seduta di Consiglio provinciale di martedì 20 luglio, ha visto l'iscrizione a bilancio di importanti risorse per l'Edilizia scolastica del territorio.

"Nello specifico – spiega il consigliere delegato Andrea Crivelli – è stato applicato l'avanzo di amministrazione per 49.865,02 euro finalizzati alla sostituzione di pannelli in vetrocemento sulla facciata nord dell'istituto di istruzione superiore Enrico Fermi di Arona. Sempre grazie all’applicazione dell'avanzo di amministrazione con 49.632,02 euro viene incrementato un fondo, già previsto nel novembre 2019, per il rifacimento della copertura dell'aula magna e della biblioteca di Arona: la conclusione della fase progettuale, infatti, ha reso necessaria l'implementazione di ulteriori fondi per sanare anche alcune problematiche al sistema fognario, che già in passato aveva creato problemi".

Viene inoltre istituito un nuovo capitolo "per 350.000 euro che saranno destinati alla sede di via don Minzoni dell'It “Da Vinci” di Borgomanero: questo intervento – precisa il consigliere - è finalizzato alla installazione di controsoffitti strutturali, analoghi a quelli recentemente installati all'Istituto “Nervi” di Novara, e al rifacimento di alcuni intonaci dei soffitti della porzione storica dell'edificio. Si tratta di un intervento che si è reso necessario in alcune aree per le quali si rendevano necessari opere prudenziali di messa in sicurezza a seguito delle analisi effettuate da tecnici specializzati".

A proposito di risorse già note ma che in questa occasione sono state iscritte a bilancio, sebbene le fasi progettuali siano già in stadio avanzato, "vanno segnalate le risorse per gli interventi di messa a norma della sede centrale dell'Ips “Ravizza” e del Liceo di Gozzano per 5.259.178,00 euro. Inoltre sono stati iscritti a bilancio 6.008.364 euro provenienti dal riparto ministeriale destinati agli interventi. E' importante ricordare che l'applicazione dei cosiddetti "fondi Covid" vede destinati all'edilizia scolastica ulteriori 770.000 euro di interventi al titolo primo, decisione – conclude il consigliere - che permetterà di fronteggiare l'avvio del prossimo anno scolastico anche dal punto di vista delle nuove esigenze di spazi legate ai differenti Istituti".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore