/ Sanità

Sanità | 18 luglio 2021, 15:30

Ormone della crescita, il Piemonte istituisce il nuovo sistema informatizzato

L’assessore alla sanità Icardi: “Strumento importante per prescrizione, sorveglianza e monitoraggio del trattamento”

Ormone della crescita, il Piemonte istituisce il nuovo sistema informatizzato

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità del Piemonte Luigi Genesio Icardi, ha istituito il nuovo Sistema informatizzato di prescrizione, sorveglianza e monitoraggio del trattamento con ormone della crescita ricombinante (rhGH), demandando alla Direzione Sanità la stipulazione di una apposita convenzione triennale tra la Regione Piemonte e l’AOU Città della Salute e della Scienza di Torino - Ospedale Infantile Regina Margherita per l’attuazione del progetto, con un finanziamento regionale di 150 mila euro.

«Il Ministero della Salute – osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi - detta rigide condizioni per la prescrizione e la somministrazione delle specialità medicinali a base di ormone somatotropo per evitarne il possibile uso incontrollato, con rischi non bilanciati dai benefici terapeutici attesi. Fondamentale è limitarne l’impiego ai casi effettivamente necessari ed individuati secondo i criteri previsti dalla normativa. In tal senso, il nuovo sistema informatizzato di sorveglianza e monitoraggio delle prescrizioni di rhGH rappresenterà uno strumento di programmazione sanitaria e governance con cui realizzare la sorveglianza epidemiologica per la stima della prevalenza e dell’incidenza dei soggetti in trattamento con rhGH e assicurare l’appropriatezza e la sicurezza (safety) dei trattamenti effettuati in tutta la Regione Piemonte».

Nello specifico, si tratterà di uno strumento di governo clinico e di valutazione economico-sanitaria che agirà attraverso il legame con i flussi demografico-sanitari regionali, la raccolta sistematica dei principali dati clinici e di trattamento per la presa in carico, per la gestione e per il monitoraggio dei soggetti piemontesi candidati alla terapia, compresi i pazienti residenti in Regione, diagnosticati e seguiti da presidi extraregionali, la valutazione delle modalità e dei tempi di transizione dall’area pediatrica a quella dell’adulto e ai percorsi diagnostico terapeutici assistenziali per i soggetti in trattamento con rhGH.

«L’obiettivo – aggiunge l’assessore Icardi – è anche di perseguire l’uniformazione di approcci e metodi in uso nelle diverse unità operative territoriali autorizzate alla prescrizione di rhGH, attraverso la standardizzazione e l’automatizzazione dei calcoli su alcuni algoritmi valutativi e sulle tabelle di crescita per popolazione ed etnia, a supporto delle attività clinico–decisionali».

Il nuovo Sistema informatizzato dovrà inoltre rappresentare il supporto di elezione per l’erogazione del piano terapeutico, la segnalazione di eventuali eventi avversi, il passaggio di soggetti in trattamento tra i diversi Centri autorizzati alla prescrizione, nel rispetto delle attuali norme che disciplinano il trattamento dei dati personali.



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore