/ Novara

Novara | 07 gennaio 2021, 08:00

Un nuovo modo di vivere la mobilità urbana per millennials e zoomer

Un nuovo modo di vivere la mobilità urbana per millennials e zoomer

C’è chi la chiama smart mobility e chi mobilità sostenibile, sebbene questi due termini facciano riferimento ad un nuovo modo di concepire gli spostamenti. Si tratta dell’insieme di soluzioni che permettono di spostarsi in città e fuori tramite metodi non inquinanti e sostenibili. Tra questi non c’è solamente l’auto elettrica ma tutto un insieme di principi e nuovi modi di vivere la mobilità che caratterizzano principalmente le scelte di acquisto e noleggio delle generazioni più giovani, ovvero millennials e zoomer.

Il monopattino diventa il re della mobilità sostenibile

In particolare lo strumento prediletto tra i più giovani risulta essere il noleggio monopattini, perché consente di spostarsi in tutta liberà e con un interessante risparmio economico. Per gli esperti, i cambiamenti della mobilità vanno ricercati qualche anno indietro, ovvero a partire dalla crisi dal 2012 che pare abbia avuto impatti molto profondi sulla società e, in particolar modo, sul mercato dell’auto.

Difatti è a partire da quell’anno che il mercato ha dovuto fare i conti con un progressivo calo delle immatricolazioni. In Italia un quinto delle decisioni di acquisto di una vettura sono orientate dal prezzo, la variabile che interessa principalmente i millennials.

Alcune possibili spiegazioni

A questo dato si affianca quello della crescita delle società specializzate in noleggio e leasing e che, a differenza delle concessionarie tradizionali, hanno dimostrato di saper rispondere con maggiore elasticità alla domanda e, quindi, alle scelte di acquisto dei consumatori.

Sono queste ad aver compreso che il noleggio e la sharing economy sono diventate le soluzioni ideali alternative all’acquisto, soprattutto perché le generazioni più giovani sono significativamente prive di liquidità. Le ragioni dipendono dalle difficoltà del mercato del lavoro e dall’impossibilità di mettere da parte lauti guadagni, per cui è chiaro che tra le opzioni maggiormente richieste c’è il noleggio di mezzi agili, facili da manovrare e dal minimo impegno economico.

Millennials e zoomer schierati a favore dell’ambiente

Questa scelta non deriva soltanto da un fattore economico ma anche sociale e culturale dal momento che millennials e zoomer si dimostrano le generazioni più attente al rispetto dell’ambiente. Il monopattino a noleggio, quindi, è la soluzione pratica ed economica che non nuoce al Pianeta e che riassume magistralmente i principi di queste due generazioni che hanno molto in comune ma che sono anche in forte contrasto tra loro.

È ancora presto per tirare le somme

In generale il monopattino risulta la scelta preferita dei più giovani o dei lavoratori che vivono in città e che, a causa della pandemia, desiderano evitare di correre rischi usufruendo dei mezzi pubblici. Difatti il boom del monopattino ha avuto inizio soltanto negli ultimi mesi mentre, nel periodo precedente alla pandemia, le richieste maggiori riguardavano quasi esclusivamente le bici elettriche pieghevoli.

I giovani hanno compreso che non è fondamentale il possesso “tradizionale” del bene per assicurare gli spostamenti, quanto piuttosto la sostenibilità ed il costo non impegnativo. Per tracciare una riflessione più completa ed esaustiva bisognerà attendere la fine di questa pandemia, dopo la quale avrà più senso confutare i dati sulla mobilità urbana a cavallo tra il 2019 ed il triennio successivo.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore