/ Attualita'

Attualita' | 03 gennaio 2021, 18:59

Coronavirus, nuova stretta dopo l'Epifania? Ipotesi zona rossa nei weekend e slittamento riapertura delle scuole

La curva dei contagi non cala e l'esecutivo è pronto a confermare alcune restrizioni. Potrebbe slittare al 18 gennaio la ripresa delle lezioni assembramenti in centro a Torino

Coronavirus, nuova stretta dopo l'Epifania? Ipotesi zona rossa nei weekend e slittamento riapertura delle scuole

Nuove restrizioni in arrivo sul fronte del Coronavirus dopo l'Epifania. Al momento dal 7 gennaio, con la scadenza del Decreto Natale, è previsto il ritorno alle classificazione delle regioni italiane in gialle, arancioni e rosse in base alla situazione del contagio.

In realtà la curva dell'epidemia, dopo i giorni di allentamento con la zona gialla prenatalizia in quasi tutta Italia, sarebbe ancora lontana da una discesa rapida e definitiva: i numeri dei contagi degli ultimi giorni preoccupano il governo, che starebbe pensando a una nuova stretta, magari da varare proprio prima dell'Epifania, per tenere sotto controllo l'andamento del virus ed evitare la terza ondata. Misure che potrebbero durare fino a inizio febbraio, anche se la situazione è in evoluzione.

Al momento, come spesso accaduto in questi mesi, si parla solo di ipotesi. La prima, secondo quanto riportato dai media nazionali, consisterebbe nella riformulazione dei criteri legati all'indice Rt per stabilire il passaggio a zona arancione o zona rossa. Il tutto con paletti più rigidi all'interno delle varie classificazioni rispetto a quelli previsti attualmente dal documento.

La seconda, decisamente più rigida, quella di istituire la zona rossa in tutta Italia nei fine settimana (festivi e prefestivi) con conseguente chiusura di bar, ristoranti, negozi di generi non essenziali e centri commerciali oltre che limiti agli spostamenti. Limitazioni ai movimenti interregionali o intercomunali potrebbero arrivare anche negli altri giorni delle settimana, ma in che termini non è ancora chiaro.

Possibili novità anche sul fronte delle scuole, la cui riapertura in presenza potrebbe slittare almeno al 18 gennaio. Al momento però l'ipotesi più probabile resta quelle del che prevede il rientro in classe giovedì prossimo al 50% e con ingressi scaglionati.

REDAZIONE

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore