/ Economia

Economia | 28 settembre 2020, 10:13

L'Alleanza delle Cooperative del Piemonte sul documento di Economia e Finanza regionale 2021-2023

"Servono politiche abitative, con il rilancio del piano casa", dichiara il presidente Dimitri Burzio

L'Alleanza delle Cooperative del Piemonte sul documento di Economia e Finanza regionale 2021-2023

L’Alleanza delle Cooperative del Piemonte, come di consueto, ha fornito il proprio contributo per il rilancio dell’economia del Piemonte proponendo alcuni spunti di riflessioni al Documento Economia e Finanza regionale (DEFR) 2021-2023.

“Nel nostro documento abbiamo posto l'accento su alcuni aspetti che riteniamo prioritari - osserva Dimitri BUZIO, Presidente di Alleanza delle Cooperative Piemonte e di Legacoop Piemonte - e lo abbiamo fatto attraverso proposte puntuali per lo sviluppo del territorio, ad esempio sulle politiche abitative con il rilancio del piano casa che se attuato genererà investimenti per oltre 250 milioni di euro nel triennio, senza che ciò comporti l’impiego di risorse aggiuntive da parte della Regione e con positive ricaduta sulle piccole e medie imprese che operano nella filiera. Con queste osservazioni rimarchiamo la capacità della cooperazione di mettere in campo idee, progetti e iniziative in grado di contribuire fattivamente alla crescita economica e sociale del Piemonte”.

Tino CORNAGLIA, Co-Presidente di Alleanza delle Cooperative del Piemonte e Presidente di Confcooperative Piemonte, aggiunge: “Le osservazioni sono frutto del lavoro, fianco a fianco, di Federazioni, Territori e Centrali cooperative e ci auguriamo che rappresentino solo un primo passo nella collaborazione con la nostra Regione. Ci vogliamo porre in modo propositivo e siamo pronti, come Alleanza, a giocare un ruolo da protagonisti nella ripresa economica del nostro territorio insieme alle Istituzioni”.

In conclusione Alberto GARRETTO, Co-Presidente di Alleanza delle Cooperative del Piemonte e Presidente di AGCI, dichiara: “Si tratta di una riprova che la cooperazione rappresenta un punto nodale dell’economia regionale. Auspico che il dialogo propositivo e continuo che abbiamo portato avanti con la giunta possa proseguire, per portare alla nostra comunità benessere e nuove opportunità”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore