/ Politica

Politica | 14 settembre 2020, 18:40

Cirio: “Siamo stati irremovibili sulla misurazione della febbre a scuola”

Dopo aver portato la figlia a scuola, il presidente della Regione ha inaugurato l’anno scolastico nel Pinerolese

Cirio: “Siamo stati irremovibili sulla misurazione della febbre a scuola”

“Scherzosamente dicevo che a Roma si saranno accorti perché ci chiamano 'bogianen', quando erano nelle trincee i piemontesi non arretravano e noi non arretriamo, facciamo bene a difendere la salute dei nostri bambini, delle nostre famiglie e dei nostri nonni”. Nel suo discorso di inaugurazione dell’anno scolastico a Cumiana, il presidente della Regione Alberto Cirio è tornato sulla disputa con il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, per quanto riguarda la misurazione della febbre.

La Regione infatti ha emesso un’ordinanza per verificare la correttezza dell’autocertificazione che gli alunni portano con sé e far misurare loro la temperatura prima di entrare in classe, «perché mandare a scuola un bambino con la febbre è un rischio enorme».

Ai genitori che lo attendevano, fuori dalle scuole di Cumiana, Cirio ha raccontato scherzando di essere stato svegliato presto dalla moglie per portare la figlia, che frequenta la prima media, a scuola. Dopo aver accompagnato la figlia, ha inaugurato l’anno scolastico con una visita a Campiglione Fenile e appunto a Cumiana

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore