/ Politica

Politica | 28 luglio 2020, 16:38

Edilizia, Canalis: "Più di 25 milioni di crediti delle Atc piemontesi verso i Comuni"

La consigliera regionale del Pd: "La Giunta Cirio minimizza le conseguenze della mancata pronuncia della morosità colpevole"

Edilizia, Canalis: "Più di 25 milioni di crediti delle Atc piemontesi verso i Comuni"

"Le ATC, Agenzie Territoriali per la Casa, sono enti ausiliari della Regione, il cui Cda è nominato dalla Regione e il cui bilancio è consolidato con quello della Regione. Ad oggi le tre ATC piemontesi (Piemonte nord, Piemonte sud e Piemonte centrale) hanno maturato nei confronti dei Comuni piemontesi un credito superiore a 25 milioni di euro, che rischia di compromettere gli equilibri di bilancio delle Agenzie e, a cascata, anche gli equilibri del bilancio consolidato della Regione Piemonte" lo afferma Monica Canalis (PD).

"Il Comune di Asti, ad esempio, ha un debito di ben un milione di euro verso l’ATC del Piemonte sud. Il credito dell’ATC del Piemonte centrale è addirittura di 16 milioni di euro. Queste irregolarità sono dovute alla mancata esecuzione o pronuncia, da parte dei Comuni, della decadenza dei morosi colpevoli, dopo la notifica da parte delle ATC. In molti casi questo è frutto di una precisa scelta politica dei Comuni, correlata alla difficoltà di eseguire impopolari provvedimenti di sfratto, sebbene legittimi. Questi mancati sfratti non comportano solo un serio danno finanziario per le ATC e per la Regione ma anche un danno per le famiglie aventi diritto all’alloggio che non possono prenderne possesso, essendo occupato dai morosi colpevoli" conclude la consigliera regionale del Pd.

Nel rispondere al mio Question Time sulle misure intraprese dalla Giunta per riscuotere i crediti dai Comuni, l’Assessore Caucino ha fornito una risposta del tutto insoddisfacente, arrivando a minimizzare le cifre in ballo. Temiamo quindi che la Giunta Cirio non escluda di ripianare queste ingenti perdite con i soldi della Regione, assecondando prassi molto discutibili ed inique.

L’edilizia sociale ha bisogno di ben altri investimenti e la morosità colpevole non può trovare una copertura politica.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore