/ Novara

Novara | 14 gennaio 2020, 19:46

Tornano i netturbini con scopa e paletta

Tornano i netturbini con scopa e paletta

Tornano i netturbini con scopa e paletta per ripulire la città. L’iniziativa è stata lanciata oggi dal sindaco Alessandro Canelli che ha chiesto ad Assa di  “predisporre un programma di raccolta rifiuti come si faceva una volta, tramite operatori ecologici muniti di scopa e paletta, persone che, a piedi, gireranno per i quartieri, partendo da quelli con le maggiori problematicità, da cui riceviamo le segnalazioni più numerose”.

Un esperimento in questo senso era già stato messo in atto dall’amministrazione precedente, ma limitato alla zona centrale. E in un servizio di spazzamento manuale erano stati impegnati un gruppo di una ventina di richiedenti asilo organizzati in un progetto che era stato assunto come modello al livello nazionale.

La novità dell’iniziativa del sindaco Canelli è l’estensione territoriale del servizio.
Si è partiti da Sant’Agabio da piazza Monsigor Brustia e via della Riotta fino a via Tilde del Ponte; avanzerà in centro con piazza Garibaldi, zona Stazione – capolinea Sun e relativi portici. Si espanderà in zona Sant’Antonio da piazzale della Chiesa al sottopasso di via Cancellieri; Porta Mortara zona piazza Pasteur; Sud Est piazza della Bicocca, circolo e parchi giochi; quartiere Sud (piazzale Donatello e perimetro Peep sud (Via Juvarra e via Spreafico); quartiere Sant’Andrea piazza Vela fino a via di Vagno.

Gli operatori di Assa utilizzano, nello svolgimento del servizio, sacchetti, paletta e scopino, per rimuovere rifiuti abbandonati, mozziconi, carte.

“Un servizio – conclude il Sindaco Alessandro Canelli – finalizzato innanzitutto a contrastare l’inciviltà di molta gente che ancora abbandona per strada carte o mozziconi o altro. Ma soprattutto è un’attività che ben si integra con quelle tradizionali di Assa (raccolta rifiuti casa per casa e di ingombranti), ma anche utile a segnalare eventuali discariche o criticità legate alla pulizia delle strade in modo che Assa possa intervenire direttamente, con idonei strumenti e metodi”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore