/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 28 gennaio 2020, 11:49

Cronaca del Piemonte. Vercelli: Rapina a mano armata all'Od Store: in manette un 44enne

L'uomo, in fuga, ha puntato l'arma contro una delle dipendenti del centro commerciale

Cronaca del Piemonte. Vercelli: Rapina a mano armata all'Od Store: in manette un 44enne

Rapina a mano armata all'Od Store di corso Torino: al termine di un'indagine durata meno di una settimana, è finito in manette un 44enne italiano pluripregiudicato e tossicodipendente. A volto coperto l'uomo, dopo aver estratto un'arma, aveva intimato alle commesse di consegnare il denaro presente in cassa ed era poi fuggito con i soldi.

La rapina è stata messa a segno intorno alle 9 di domenica 19 gennaio: il malvivente, dopo essere entrato come un normale cliente nel centro commerciale che vende dolci e caramelle (nella zona commerciale, a pochi metri da Decathlon), si è aggirato per qualche momento tra gli scaffali poi, notando che nell'esercizio commerciale non c'erano altre persone, si è coperto il volto e ha estratto una pistola minacciando la cassiera per farsi consegnare il denaro.

La donna, terrorizzata, è fuggita e il malvivente ha arraffato i 200 euro che erano presenti ed è fuggito.

A fronte di un bottino non particolarmente elevato, ha destato preoccupazione, invece, la modalità del colpo - in Vercelli rapine a mano armata sono per fortuna rare. In più l'uomo, inseguito all'esterno da un'impiegata del centro commerciale, le ha anche puntato l'arma per scoraggiare ogni tentativo di reazione.

A mettere gli uomini della terza sezione della Squadra Mobile sulle tracce del rapinatore sono state le immagini delle videocamere che, attentamente analizzate, hanno fornito importanti informazioni. Il modo di muoversi, un anello, un piccolo particolare che si intravedeva sul volto del malfattore hanno permesso agli agenti della Squadra Mobile di ottenere indizi sufficienti per chiedere una perquisizione domiciliare. Nell'abitazione della zona di corso Prestinari, in cui l'uomo viveva con la famiglia, sono poi stati trovati altri importanti riscontri, a partire dalla felpa e dall'anella indossato durante la rapina.

Giovedì scorso la richiesta della misura cautelare e, sabato mattina all'alba, l'arresto: il 44enne si trova ora in carcere su disposizione del Gip.

Non è ancora stata trovata, invece, la pistola utilizzata dall'uomo per tenere in scacco le dipendenti: secondo il dirigente della Squadra Mobile, Gianluca Tuccillo, visti i precedenti del rapinatore, potrebbe anche trattarsi di un'arma vera e propria. 

dal nostro corrispondente a Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore