ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 16 aprile 2024, 17:55

Jappami: Il Fast Food Giapponese sviluppato sul Lago Maggiore

Andrea Pucci: “Fast food d’ispirazione manga? Ora sono realtà, grazie al progetto Jappami sviluppato sul lago Maggiore”

Jappami: Il Fast Food Giapponese sviluppato sul Lago Maggiore

Fast food d’ispirazione anime giapponesi? Ora sono diventati realtà grazie al progetto Jappami sviluppato sul lago Maggiore da Alt., azienda di servizi digitali dei fratelli Andrea e Paolo Pucci. Una nuova sfida imprenditoriale e di comunicazione, quella partita da Dormelletto dove hanno sede gli uffici di Alt., che ha per protagonista la nuova catena di ristoranti del gruppo Amy Corporate. 

“Lavoriamo a fianco del suo amministratore delegato Feiwu Wen dal 2023 – racconta il direttore strategico Andrea Pucci – e in tempi più recenti, dopo aver promosso con successo un’operazione contro lo spreco alimentare, è stata la volta di questo nuovo progetto ribattezzato Jappami. Un’iniziativa che ha l’ambizione di conquistare l’Italia e l’Europa e che si è tradotta, lo scorso 10 aprile, con la prima delle nuove aperture in programma”.

Si tratta di un fast food che propone cibo giapponese, ramen e ravioli principalmente nel menù, insieme a fritti, in zona Eur a Roma, in uno dei principali centri commerciali presenti nel Lazio. Quello nella Capitale, va detto, è soltanto il primo tassello di un mosaico più ampio che nel 2024 prevede il taglio del nastro di altri due locali, entrambi a Milano, nelle zone prettamente universitarie Bicocca e Bocconi.

“L’anno scorso ci è stato chiesto di occuparci della parte visiva e di identità verbale – spiega Pucci –, a partire dal nome della catenaTutto ciò che si vede e si legge di quel brand è nato, dunque, nei nostri laboratori, mentre per la definizione dei locali abbiamo collaborato con lo studio di architettura scelto da Wen. Dopo questa tranche relativa alla comunicazione – prosegue Pucci – abbiamo iniziato a lavorare sul marketing, le cui attività di promozione sono iniziate nelle scorse settimane. È un format dove, grazie alla parte estetica d’ispirazione cartoon e animazioni giapponesi, a fare da traino ad un pubblico più eterogeneo sono i giovani, motivo per cui Jappami si svilupperà in quartieri prettamente universitari come Bicocca e Bocconi."

"È questa una delle novità principali – annuncia il direttore strategico di Alt. che ringrazia il project manager Jacopo Rattazzi, classe 2001, che sta tenendo le redini di un progetto che prosegue – assieme all’occhio di riguardo verso la sostenibilitàNei locali Jappami si produce, infatti, pochissima immondizia, considerato che di usa e getta non c’è praticamente nulla. Sono tutti materiali riutilizzabili, tra cui acciaio, ceramica e bambù e questa è un’altra differenza rispetto ai fast food tradizionali”. 

Spiccano soluzioni a basso impatto ambientale, in location dove tutto è pensato e studiato per impattare il meno possibile, dalla qualità del cibo al controllo della filiera sino all’arredo, utilizzando le risorse naturali in modo consapevole e restituendo valore per creare un’economia circolare. “Il progetto che stiamo portando avanti con Jappami – conclude Andrea Pucci – ha per fine trasmettere l’immagine di fast food di nuova concezione. Una scommessa ricca di fascino per uno staff, quello di Alt., che punta molto sui giovani e che continua ad ampliarsi grazie a nuove assunzioni”.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore