/ Novara

Novara | 13 febbraio 2024, 18:32

Inaugurata a Novara la panchina viola in occasione della Giornata Internazionale contro l’Epilessia

Un simbolo di inclusione e riflessione nel Parco dell’Allea, promosso dalla Lega Italiana Contro l’Epilessia e sostenuto dalle istituzioni e dalle associazioni locali

Inaugurata a Novara la panchina viola in occasione della Giornata Internazionale contro l’Epilessia

In occasione della Giornata Internazionale contro l’Epilessia 2024 all’interno del parco dell’Allea, è stata inaugurata “una panchina viola”, simbolo dell’inclusione, della riflessione.

Il progetto “Metti in panchina l’Epilessia” è promosso a livello nazionale dalla Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE) e organizzato a Novara dai Centri per l'Epilessia dell’adulto e dell’età evolutiva dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara e sostenuto dall’Autoamatori Club Novara e dall’Associazione Italiana Epilessia Farmacoresistente (AIEF APS).

Il colore viola illumina anche la Cupola della Basilica di San Gaudenzio, per essere vicini a tutte le persone con epilessia e combattere insieme lo stigma di una malattia “da mettere in panchina”, come affermano il direttore della Struttura di Neurologia, il prof. Roberto Cantello, e di Neuropsichiatria infantile, il dott. Maurizio Viri.

Per il neurologo Gionata Strigaro “Novara riceve i malati di epilessia in due centri di qualità, il Centro per l’adulto e quello per l’età evolutiva. Le due strutture dell’Aou hanno voluto celebrare la Giornata, inaugurando la panchina viola, iniziativa nell’ambito di un progetto nazionale di divulgazione, perché l’epilessia è gravata di un severo stigma: la gente ha paura perché non la conosce, non la comprende e quindi va informata”.

L’assessore alle politiche sociali del Comune di Novara, Teresa Armienti, ha ricordato che “Novara è una città solidale e sensibile. Lo dimostrano ogni giorno le associazioni, i volontari e i cittadini che, di concerto con le istituzioni, operano a favore della comunità. Questa panchina, oggi, rappresenta un ulteriore strumento di sensibilizzazione nei confronti di una patologia purtroppo diffusa su cui c’è bisogno di tanta attenzione e ricerca”.

Il direttore generale dell’Aou, Gianfranco Zulian, ha definito l’inaugurazione “un importante evento simbolico, una iniziativa utile anche per abbattere quelle forme di pregiudizio che ancora esistono nei confronti della malattia”.

Alla breve cerimonia ha preso parte anche il presidente del Consiglio Comunale Edoardo Brustia.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore