/ Attualità

Attualità | 16 novembre 2023, 18:50

Città della Salute Novara: dopo lo stop appello congiunto di Canelli e Nastri

"Chiediamo alla Regione di trovare la strada migliore e più veloce per rimuovere gli ostacoli che rendono il progetto evidentemente poco appetibile per il mercato attuale"

Città della Salute Novara: dopo lo stop appello congiunto di Canelli e Nastri

La Regione rafforzi la struttura a supporto dell’Azienda Ospedaliera, e si continui nel gioco di squadra di tutte le parti politiche per ottenere il risultato sperato, cioè il nuovo ospedale di Novara.

Lo chiedono, in una nota congiunta, il sindaco di Novara Alessandro Canelli e il senatore Gaetano Nastri, leader novarese di Fratelli d’Italia, dopo il nuovo stop alla gara d’appalto per la realizzazione della Città della Salute di Novara.  “L’ulteriore proroga annunciata del bando – scrivono Nastri e Canelli - impone una seria riflessione. È del tutto evidente che in questo progetto di partenariato pubblico privato di iniziativa pubblica, peraltro promosso e supportato a suo tempo anche dal centrosinistra in Regione, il mercato non si sia dimostrato fino ad ora definitivamente interessato. E questo nonostante vi sia stato, non più tardi di un anno fa, un ulteriore rifinanziamento di circa 100 milioni di euro”.

“Ciò potrebbe essere dovuto – proseguono -  a varie ragioni tra le quali il mutato contesto macroeconomico, l’abbondanza di commesse che impegna ed impegnerà le grandi aziende che operano nel mercato delle grandi opere, ma anche eventuali problematiche tecniche legate al bando. Chiediamo quindi alla Regione, oltre che verificare se ci siano stati errori sotto il profilo strettamente tecnico, di trovare la strada migliore e più veloce per rimuovere gli ostacoli che rendono il progetto evidentemente poco appetibile per il mercato attuale. La scelta, ipotizzata dalla Regione, di rafforzare la struttura tecnica a supporto dell’azienda ospedaliero universitaria di Novara ci sembra una strada obbligata se si vuole compiere ogni sforzo possibile affinché quest’opera possa vedere la luce”.

“Detto questo – concludono Canelli e Nastri -  è altresì, indispensabile che centrodestra e centrosinistra, in modo sinergico, continuino a giocare di squadra per proseguire quel percorso comune iniziato nel 2015 che ha messo la realizzazione della Città della Salute in cima alla lista delle priorità dei cittadini”.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore