/ Attualità

Attualità | 09 novembre 2023, 12:00

Nidil Cgil, sciopero dei lavoratori della ditta Eismann

Gli impiegati hanno presidiato davanti all'azienda per chiedere migliori condizioni di lavoro

Nidil Cgil, sciopero dei lavoratori della ditta Eismann

L'8 novembre è stato raggiunto un ottimo risultato di adesione allo sciopero indetto da Nidil Cgil di Novara e Verbano Cusio Ossola per i lavoratori somministrati presso la ditta Eismann filiale di San Pietro Mosezzo.

I lavoratori si sono astenuti dal lavoro e hanno presidiato davanti ai cancelli della Eismann per dimostrare il loro dissenso rispetto alle condizioni di lavoro alle quali sono sottoposti da anni.

Il mancato rispetto delle norme contrattuali che prevedono la parità di trattamento retributivo come i lavoratori direttamente assunti dalla ditta utilizzatrice, la mancata erogazione dei ticket pasto, il sottoinquadramento rispetto alle mansioni svolte e la violazione delle normative sulla salute e sicurezza dei soggetti che operano in celle frigorifere a -18° con i giusti tempi di permanenza in cella e le dovute pause per il riequilibrio della temperatura corporea hanno generato nel tempo disagio e malcontento nei lavoratori che si sono stufati di parlare a un’azienda insensibile alle loro richieste.

 

La cosa più evidente resta la volontà di Eismann a continuare nel tempo a utilizzare questi lavoratori in maniera precaria, con l’uso della somministrazione, senza avere nessuna intenzione di procedere a un percorso di stabilizzazione che garantisca una maggiore tutela a coloro che da molti anni contribuiscono al buon andamento dell’azienda.

Nidil Cgil sono decisi a sostenere e tutelare i propri iscritti e a portare avanti le loro istanze anche in sede legale, qualora non ci vengano avanzate proposte adeguate da parte dell’azienda.

Comunicato Stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore