/ Politica

Politica | 10 maggio 2023, 16:35

Consiglio regionale, approvate mozione e ordine del giorno a sostegno della polizia penitenziaria

I due documenti sono stati presentati da Fratelli d'Italia lo scorso 18 Aprile e votati dall’Assemblea questo pomeriggio

Consiglio regionale, approvate mozione e ordine del giorno a sostegno della polizia penitenziaria

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato la mozione e l’ordine del giorno presentati dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia  per porre l'attenzione sulle condizioni di lavoro degli agenti di Polizia Penitenziaria in Piemonte e individuare soluzioni per il loro miglioramento.

I due documenti sono stati presentati nel corso del Consiglio Regionale aperto dello scorso 18 Aprile e votati dall’Assemblea questo pomeriggio. 

Attraverso la mozione, il Gruppo di FDI il Consiglio Regionale chiede la costituzione  di un gruppo di lavoro regionale specifico per un monitoraggio costante ed un confronto sulle condizioni lavorative e di salute degli agenti di polizia penitenziaria che operano nelle carceri regionali, che preveda audizioni e monitoraggi al fine di individuare misure che possano migliorare la condizione lavorativa, di sicurezza e di prevenzione dello stress psicofisico degli agenti e dei lavoratori impegnati nel sistema penitenziario regionale.

Con la mozione si chiede, inoltre, l’impegno della Giunta a prevedere, una volta all’anno, l’audizione in Consiglio regionale delle sigle sindacali rappresentative dell Polizia Penitenziaria, al fine di monitorare e promuovere la sicurezza e la salute all’interno delle carceri regionali, oltre a convocare ogni anno un Consiglio regionale aperto per tenere alta l’attenzione della politica e dell’opinione pubblica sul tema.

Nell’ ordine del giorno invece si chiedono altre misure più specifiche a sostegno della categoria, quali, in coordinamento con Ministero di Grazia e Giustizia,  le ASL territoriali, le prefetture,  gli istituti penitenziari e il garante regionale dei detenuti, rafforzare il monitoraggio dello stato di salute psichico dei detenuti al fine di potenziare le strutture dedicate ai casi più sensibili, oltre a   offrire un servizio di  sostegno psicologico agli agenti penitenziari con un incremento  del personale qualificato addetto a tali mansioni. Il gruppo inoltre ha chiesto attraverso il documento un impegno della Giunta Regionale per  potenziare e migliorare i corsi di formazione dedicati alla prevenzione di rischi oltre ad avviare un dialogo col Governo al fine di rafforzare gli organici negli istituti dove si registrassero maggiori necessità.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore