/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 19 maggio 2022, 08:45

Nova Coop, fino al 13 giugno i soci chiamati a votare il bilancio 2021

Informati, partecipa, vota. Sono partite le Assemblee separate di bilancio di Nova Coop dedicate alla votazione del bilancio consuntivo e consolidato 2021 e al rinnovo del consiglio di amministrazione per il triennio 2022/24 della cooperativa dei consumatori.

Nova Coop, fino al 13 giugno i soci chiamati a votare il bilancio 2021

Informati, partecipa, vota. Sono partite le Assemblee separate di bilancio di Nova Coop dedicate alla votazione del bilancio consuntivo e consolidato 2021 e al rinnovo del consiglio di amministrazione per il triennio 2022/24 della cooperativa dei consumatori.

Il voto si svolge in modalità straordinaria per delega e tutti i 603 mila soci hanno il diritto di esercitarlo. È possibile votare fino al 13 giugno senza recarsi in punto vendita, seguendo le istruzioni di voto spiegate sul sito vivicoop.it (url: https://vivicoop.it/assemblee-novacoop-2022/), oppure esprimere le proprie preferenze nei negozi su tablet messi a disposizione da Nova Coop e con l’assistenza di personale dedicato. In questo secondo caso è bene verificare giorni e orari della disponibilità del servizio sul sito web, prima di recarsi al voto. A Novara e in tutta la provincia il voto in negozio si svolge dal 20 al 30 maggio. A Novara via Fara è possibile votare al mattino, mentre a Novara Via XXIII marzo al pomeriggio.

L’esercizio 2021 di Nova Coop si è chiuso con un valore della produzione di 1,078 miliardi di euro e un utile netto di 16,35 milioni di euro. Alla marginalità diretta realizzata dalla rete di vendita è andato a sommarsi un importante risultato finanziario per quasi 54,5 milioni di euro, al quale hanno contribuito il ritorno dello stacco di dividendi delle società quotate e, in alcuni casi, il riconoscimento di un doppio dividendo. Il bilancio consolidato di gruppo del 2021, che comprende i risultati conseguiti da Nova Aeg e dalle altre società controllate, registra un valore complessivo delle vendite consolidate a 1,821 miliardi di euro.

A fronte dei ricavi enunciati, nel corso dell’anno oltre 100 milioni di euro di sconti sono andati a favore dei soci della cooperativa, che ne hanno potuto usufruire tramite promozioni mirate, offerte dedicate e punti catalogo. Quasi 31 milioni di euro hanno rappresentato vantaggi rivolti esclusivamente ai soci di Nova Coop.

Una particolare attenzione è stata dedicata anche al valore del territorio con la proposizione, per il secondo anno consecutivo, dell’iniziativa “Prodotti in Piemonte”: un periodo dedicato alla promozione dei fornitori regionali per accrescere la loro notorietà presso il cliente, favorire il consumo di qualità e il sostegno alle filiere agroalimentari dell’economia locale.

Nel corso dell’ultimo anno le abitudini di acquisto di soci e clienti si sono riavvicinate a quelle del periodo pre-pandemia, con la possibilità di tornare a frequentare i grandi ipermercati e la fine delle restrizioni negli spostamenti tra territori limitrofi e nelle merceologie ammesse alla vendita.

I clienti hanno dimostrato però di apprezzare ancora anche il canale e-commerce www.coopshop.it, dove le spese ordinate hanno continuato a crescere. Nel corso del 2021 il sito ha ampliato le zone di copertura e introdotto nuove tipologie di consegna. In Piemonte, Coop a Casa, il servizio di consegna a domicilio, raggiunge più di 300 comuni nelle province di Torino, Novara, Vercelli, Biella e Cuneo e, nell’ultimo anno, nel Novarese è stato inaugurato il nuovo punto di ritiro della spesa in auto Coop Drive presso il supermercato Coop di Borgomanero e sono stati introdotti gli armadietti Coop Locker presso gli ipercoop di Novara e Galliate.

<Presentiamo ai soci ancora una volta un bilancio positivo – ha affermato il presidente di Nova Coop Ernesto Dalle Rive – che conferma l’ottima capacità della cooperativa di presidio del mercato piemontese e l’attenzione costante a seguire una politica di contenimento dei costi e di efficientamento dei processi gestionali. Anche per il 2021, c’è stata una particolare attenzione a sviluppare strategie favorevoli a soci e clienti e in questa cornice abbiamo agito per cercare il più possibile di difendere il potere di acquisto dei consumatori, assorbendo i rincari di listino dovuti al crescente fenomeno inflattivo, e al tempo stesso di determinare con il mondo dell’industria tramite l’azione del nostro Consorzio e di Coop Italia, comportamenti volti a non subire penalizzazioni eccessive».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore