/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 09 maggio 2022, 08:10

Fondazione Compagnia San Paolo riapre il Bando Next Generation We in forma ampliata

È rivolto agli enti pubblici del Nord-Ovest per agevolarli nella gestione efficace dei finanziamento del Pnrr e delle risorse dei programmi europei

Fondazione Compagnia San Paolo riapre il Bando Next Generation We in forma ampliata

Fondazione Compagnia San Paolo riapre il Bando Next Generation We in forma continuativa e ampliata. L’iniziativa mira a creare le condizioni affinché gli enti pubblici territoriali del Nord-Ovest (Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta) possano gestire in maniera efficace le opportunità di finanziamento rese disponibili non solo dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) elaborato dal Governo e trasmesso alla Commissione Europea ma anche dalle risorse provenienti da programmi europei, nazionali e regionali.

La finalità del Bando è quella di stimolare la capacità progettuale dei territori attraverso l’acquisizione di competenze esterne e il rafforzamento del personale interno degli enti pubblici territoriali così da renderli forza motrice di un cambiamento sostenibile, inclusivo e ancorato al territorio, capace di includere il punto di vista della popolazione nei processi di trasformazione previsti.

Gli obiettivi specifici del Bando sono i seguenti:

  • sostenere progetti rilevanti per il territorio aventi i requisiti di finanziabilità nell’ambito delle risorse disponibili attraverso il PNRR e/o i programmi europei, nazionali e regionali;

  • promuovere azioni con elevate caratteristiche di effetto leva, in cui il ritorno per gli enti pubblici beneficiari, e per le comunità che essi servono, superi di gran lunga il valore del contributo erogato dalla Compagnia di San Paolo per la copertura dei costi di progettazione;

  • stimolare la costruzione di partnership tra enti pubblici territoriali volte ad espandere la scala di progettazione e implementazione degli interventi, creando così “ponti” tra territori che presentano esigenze ed aspirazioni complementari o simili;

  • rafforzare le competenze e l’esperienza del personale degli enti pubblici territoriali, creando un asset in termini di know-how assorbito e valorizzabile;

  • favorire una maggiore centralità della progettazione, inclusa la progettazione partecipata con le comunità, affinché essa abbia un ruolo riconosciuto e codificato che permetta di accelerare in maniera sistematica il percorso dall’idea al cantiere.

Comuni e Unioni di Comuni (incluse le Comunità montane), Città Metropolitane e Province possono candidare al bando una sola proposta se il soggetto proponente ha una popolazione inferiore ai 50.000 abitanti, due proposte se il soggetto proponente ha una popolazione compresa tra i 50.000 e i 150.000 abitanti, quattro proposte se il soggetto proponente ha una popolazione superiore ai 150.000 abitanti.

Al Bando potranno candidarsi anche le Amministrazioni già beneficiarie di contributo nella prima finestra, purché con iniziative diverse da quelle sostenute.

È auspicabile che la proposta venga strutturata in partnership, anche con il supporto delle ANCI regionali.

A conclusione del processo di selezione, i soggetti vincitori potranno avvalersi di un accompagnamento da parte di consulenti ed esperti individuati dalla Fondazione.

Il contributo richiesto per ciascuna proposta dovrà essere modulato sulla base dell’entità dell’intervento e del livello di approfondimento progettuale della proposta di intervento avanzata, documentabile anche sulla base della presentazione di preventivi, comunque fino ad un massimo di 80.000 euro.

Almeno il 10% dovrà essere destinato ad azioni di progettazione partecipata e coinvolgimento della comunità attraverso la contrattualizzazione di professionisti specializzati.

Le domande di contributo potranno pervenire in maniera continuativa a partire dalla data di pubblicazione del Bando, entro e non oltre le ore 13:00 del 31 dicembre 2022. Le iniziative saranno valutate progressivamente durante l’anno, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Per presentare la candidatura è obbligatorio utilizzare la procedura ROL richieste on-line, nella sezione “Contributi” del sito della Fondazione, accedendo all’apposita modulistica dedicata al Bando.

Informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all’indirizzo email: nextgenerationwe@compagniadisanpaolo.it.

Domande di natura tecnica sulla compilazione della ROL potranno essere poste all’indirizzo email: assistenzarol@compagniadisanpaolo.it.

La Fondazione Compagnia di San Paolo metterà a disposizione nella pagina dedicata al Bando ogni informazione utile ad approfondire le opportunità di finanziamento ancora disponibili su risorse PNRR e gli approfondimenti relativi alla nuova programmazione europea 2021-2027, nonché alla programmazione nazionale e regionale collegata ai fondi strutturali.

Attraverso la riapertura di Next Generation We – Competenze, strategie, sviluppo della Pubblica Amministrazione, la Fondazione Compagnia di San Paolo ribadisce il proprio impegno nell’impiegare in modo responsabile e sostenibile risorse erogative, sostenendo interventi ad alta capacità di effetto leva a vantaggio degli individui e delle comunità. Con l’intento di moltiplicare l’impatto delle risorse per ottenere effetti positivi più rilevanti e sostenibili a lungo termine per i territori beneficiari, il Bando Next Generation We rafforzerà la sinergia con altre iniziative promosse o sostenute dalla Fondazione, tra le quali – a titolo meramente indicativo – il Bando Next Generation You ed il dispositivo della Regione Piemonte di supporto a enti locali e privati per fondi PNRR ed europei in ambito culturale Hangar+, al fine di concorrere a stimolare lo sviluppo organizzativo delle organizzazioni e promuovere forme di collaborazione pubblico-private, con l’obiettivo sostenere interventi di interesse per la comunità.

È possibile scaricare il bando completo al link https://www.compagniadisanpaolo.it/it/contributi/next-generation-we-seconda-edizione/



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore