/ Attualità

Attualità | 14 gennaio 2022, 17:50

Stop alla vendita di plastica monouso: addio a posate e piatti non biodegradabili

In vigore dal 14 gennaio in Italia la legge che recepisce la direttiva europea Single Use Plastic

Stop alla vendita di plastica monouso: addio a posate e piatti non biodegradabili

Entra in vigore da oggi in Italia la legge che vieta la vendita dei prodotti monouso in plastica. Stop a piatti, posate, contenitori usa e getta, resteranno in commercio quelli composti al 100% da plastica biodegradabile e lavabile.

Il decreto recepisce la direttiva europea "Sup", Single Use Plastic, del 2019 che vieta l'immissione sul mercato di prodotti come posate, piatti, bastoncini cotonati, cannucce, mescolatori per bevande e aste dei palloncini. Il divieto riguarda anche prodotti di plastica oxodegradabile (plastiche alle quali vengono aggiunti, nel processo produttivo, additivi per accelerarne la frammentazione in frazioni minuscole per effetto della radiazione ultravioletta) e ai contenitori per cibo da asporto in polistirene espanso.

Il provvedimento vuole promuovere la transizione verso un'economia circolare con modelli imprenditoriali, prodotti e materiali innovativi e sostenibili e punta a produrre entro il 2026 una riduzione quantificabile del consumo dei prodotti di plastica monouso. Per i trasgressori sono previste multe, da 2.500 a 25mila euro che arrivano anche fino a 50mila euro se l'immissione contestata coinvolge un quantitativo di prodotti di valore superiore al 10% del fatturato dell'azienda. È in ogni caso prevista una deroga per chi può dimostrare l'immissione sul mercato di questi prodotti prima dell'entrata in vigore della nuova normativa. Inoltre sono previste agevolazioni, attraverso un credito d'imposta, per le aziende più green, che utilizzeranno oggetti riutilizzabili, compostabili o biodegradabili. In programma anche campagne di sensibilizzazione sui vantaggi ambientali ed economici derivanti dall'uso di prodotti riutilizzabili. 



Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore