/ Attualità

Attualità | 10 gennaio 2022, 12:01

Da oggi, fino a termine emergenza, nuove restrizioni per contenere i contagi da Covid

Alle norme si affiancano quelle già presenti; l’obbligo di indossare mascherina all’aperto, indossare la Ffp2 sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e sul trasporto pubblico locale

Da oggi, fino a termine emergenza, nuove restrizioni per contenere i contagi da Covid

A partire da oggi entrano in vigore una serie di restrizioni varate dal Governo per contenere l’aumento dei contagi da Covid-19.

Fino alla cessazione dello stato di emergenza, che è stato fissato al 31 marzo, diventa obbligatorio il super green pass, che si ottiene se si è vaccinati o guariti dal Covid e ha una durata di 6 mesi, per salire su aerei, treni e navi, per prendere i mezzi di trasporto pubblico locale, entrare in alberghi e strutture ricettive.

Il green pass rafforzato diviene obbligatorio per partecipare a feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, partecipare a sagre e fiere, accedere a centri congressi, ai locali di ristorazione anche se all’aperto, prendere impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche in comprensori sciistici e poi per accedere a palestre e piscine, partecipare a sport di squadra, accedere a centri benessere, anche all’aperto, entrare in centri culturali, centri sociali e ricreativi, anche all’aperto.

Alle norme che entrano in vigore oggi si affiancano quelle già presenti ossia l’obbligo di indossare mascherina all’aperto, di indossare la FfP2 sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e sul trasporto pubblico locale.

Il green pass base, ossia quello rilasciato dopo la vaccinazione, guarigione o con un tampone antigenico valido 48 ore oppure molecolare valido 72 ore), è obbligatorio per tutti i lavoratori del settore pubblico e privato mentre l’obbligo vaccinale è per le forze dell’ordine, chi lavora nella scuola o nella sanità compresi i lavoratori esterni delle Rsa.

L’obbligo di avere il green pass rafforzato permane per entrare in bar e ristoranti al chiuso anche per consumare al bancone, accedere in luoghi dello spettacolo e palestre e piscine al chiuso.

Rimane infine, il divieto di organizzare feste al momento sino al 31 gennaio 2022 e vige il divieto di superare la capienza del 50% negli stati all’aperto e del 35% nei palazzetti al chiuso.

Redazione Asti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore