/ Trecate

Trecate | 26 luglio 2021, 13:06

A Trecate è entrato in vigore il divieto di consumare bevande alcoliche in alcune zone della città

Binatti: "Sono numerosi gli esposti da parte dei residenti delle zone limitrofe alla stazione e di alcune aree verdi e del centro storico"

A Trecate è entrato in vigore il divieto di consumare bevande alcoliche in alcune zone della città

«A causa del verificarsi di ripetuti episodi di comportamento antisociale nelle ore serali e notturne recanti gravi disagi ai residenti e continuo disturbo della quiete pubblica, ho deciso di vietare il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in aree pubbliche non autorizzate e comunque al di fuori delle aree di somministrazione e delle loro pertinenze fino al 30 settembre 2021»: così il Sindaco Federico Binatti spiega i motivi dell’ordinanza in vigore da martedì 20 luglio.

 

«Sono numerosi gli esposti e le segnalazioni da parte dei residenti delle zone limitrofe alla stazione e di alcune aree verdi e del centro storico che lamentano schiamazzi, violenze poste in essere da persone visibilmente ubriache e rischi per l’incolumità pubblica - continua il primo cittadino – Si sono resi perciò necessari frequenti interventi delle Forze dell’Ordine (Polizia locale e Carabinieri) per contrastare questi comportamenti dannosi per il vivere civile».

 

Le zone interessate dall’ordinanza sono: viale Cicogna, piazza Cattaneo, via Bottego, via Mezzano, vicolo Bordiga, via dei Fiori, piazzale Rimembranze, via dei Sassi, via Gramsci, via Fratelli Russi, piazza Cavour, via Mazzini, corso Roma, via Matteotti, via XX Settembre, via Novara, via Murello, via Adua, via Macallè, piazzale Marconi, via della Liberazione e via Cerano.

 

Gli esercizi di somministrazione e di commercio al dettaglio di generi alimentari devono esporre un avviso informativo riguardante il divieto assoluto di consumo di bevande alcoliche in aree pubbliche non autorizzate.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore