/ Novara

Novara | 10 luglio 2021, 19:08

Nicola Fonzo critica lo slittamento dell'estate anziani a Novara

Il candidato di centro sinistra: "I nostri nonni hanno bisogno di raccontare storie e condividere esperienze non di stare ancora blindati in casa"

Nicola Fonzo critica lo slittamento dell'estate anziani a Novara

L’isolamento del Covid ha peggiorato le condizioni fisiche ma soprattutto psicologiche di tanti dei nostri anziani, la socialità e il legami si sono indeboliti, alcuni concittadini sono stati portati via dal Covid, purtroppo. Da alcune settimane la campagna vaccinale consente la riprese di alcune attività di socialità e di incontro: ma serve fare di più, e in tutta la città, perché soprattutto in questo periodo la rete sociale è importantissima per far stare meglio le persone, naturalmente con iniziative in sicurezza.

Lo slittamento della partenza dell’Estate anziani all’ex Donnino a metà luglio ad esempio non risponde a questa esigenza così urgente. I nostri nonni hanno bisogno di raccontare storie e condividere esperienze, non di stare ancora blindati a casa!

A Novara è ancora chiusa la Casa di giorno, per il Covid sono ferme da oltre un anno la maggior parte delle attività di ginnastica dolce, i corsi dell’Università della terza età e tante altre iniziative proposte dai centri di incontro e dalle associazioni nei quartieri sono fermi. Alcuni circoli ricreativi presenti in città non hanno riaperto o non possono ancora riprendere a pieno regime. Nel nostro programma elettorale l’attenzione agli anziani passa anche da un forte potenziamento delle iniziative sociali: momenti di intrattenimento in ogni quartiere, riqualificando dove non ci sono altri spazi le vecchie sedi dei CdQ, e un deciso sostegno economico e progettuale alle associazioni che propongono iniziative di coesione sociale.

Il candidato sindaco

Nicola Fonzo

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore