/ Novara

Novara | 04 luglio 2021, 19:09

A Novara strappati manifesti di Giorgia Meloni e di FdI. Nastri: “Atti di odio e inciviltà”

A Novara strappati manifesti di Giorgia Meloni e di FdI. Nastri: “Atti di odio e inciviltà”

Per il senatore Gaetano Nastri, vicecoordinatore vicario di Fratelli d’Italia in Piemonte siamo di fronte ad una “campagna di odio e di istigazione alla violenza ai danni di Fratelli d’Italia e della nostra leader Giorgia Meloni”.

“Infatti, in questi giorni a Novara – aggiuinge -  sistematicamente sono stati imbrattati e strappati i manifesti affissi in vista delle elezioni amministrative. Un gravissimo atto di inciviltà e di intolleranza da parte di chi ha un concetto distorto della libertà di espressione e del rispetto delle opinioni altrui”.

Un primo giro di affissioni con trecento manifesti, compresi otto maxi poster formato 6 metri  per tre, tutti con il volto di Giorgia Meloni e l’invito a votare Fdi, praticamente tutti strappati o vandalizzati con scritte e disegni osceni.

“Siamo stati costretti – spiega Nastri -  a sostituire i manifesti danneggiati con un danno sul piano economico quantificabile in oltre 5mila euro. E’ evidente – aggiunge - l’intento di colpire Fratelli d’Italia e Giorgia Meloni, che giorno dopo giorno sta guadagnando consensi nel Paese e tra i cittadini, grazie alla sua chiarezza e alla sua linea politica di opposizione patriottica e costruttiva”. “E questi episodi – prosegue il senatore -  risultano ancora più preoccupanti perché si uniscono a una campagna stampa che punta a delegittimare sul piano politico Fratelli d’Italia, impartendo lezioni di democrazia, di libertà e di rispetto dei valori della Costituzione. Dinanzi ad episodi come quelli di Novara viene naturale chiedersi dove siano questi cantori della libertà, così come tutti quei professionisti dell’indignazione che, chissà perché, quando si tratta di esprimere solidarietà a Fratelli d’Italia diventano muti. Per quanto ci riguarda non ci faremo intimidire da queste aggressioni e oltre a rilanciare la nostra azione politica con maggiore convinzione, denunceremo alle Autorità quanto sta accadendo nella speranza che, anche con l’ausilio delle telecamere di sorveglianza, sarà possibile assicurare alla giustizia i responsabili di tali atti di odio e inciviltà”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore