/ Cronaca

Cronaca | 24 maggio 2021, 16:06

Le famiglie di Silvia e Alessandro: "Il dolore è troppo grande, non abbiamo parole"

La laurea, il lavoro, la convivenza e poi si sarebbero sposati. La storia dei due giovani, vittime al Mottarone, commuove San Fermo e l'intera provincia di Varese.

Le famiglie di Silvia e Alessandro: "Il dolore è troppo grande, non abbiamo parole"

San Fermo di nuovo in lutto. Un quartiere che oggi piange, come il cielo, la perdita di altri due giovani vite. Silvia Malnati e Alessandro Merlo - lei 27 anni da compiere a luglio, lui 29 - erano nati e cresciuti nel rione di Varese e lo avevano scelto per costruire la loro nuova vita insieme. I loro nomi sui citofoni del condominio di via Pergine ne sono la testimonianza.

I due giovani varesini avevano appena iniziato a convivere, nell’appartamento accanto a quello dei genitori di Alessandro, mamma Rosalba e papà Marco, che ora sono comprensibilmente distrutti dalla tragedia. «E’ un dolore troppo grande – dice il fratello Gianluca – Non abbiamo parole in questo momento». Nel silenzio è chiusa anche la famiglia di Silvia, nel condominio di via Rovereto, a poche centinaia di metri di distanza. E' il fratello Luca a preferire il silenzio, stretto nel dolore insieme a mamma Enza e papà Mauro.

I ragazzi stavano per diventare una famiglia. Silvia si era appena laureata in Economia e aveva trovato un nuovo lavoro di cui era entusiasta, ricordano le colleghe del negozio Kiko di corso Aldo Moro. Alessandro invece aveva già una carriera avviata: dopo gli studi all’Isis Newton era impiegato in un’azienda in Svizzera. Una giovane coppia che si amava e che ora stava per coronare il sogno. Pensavano al grande passo: al matrimonio che avrebbe suggellato il loro legame.

Una storia d’amore che i loro profili social raccontano benissimo: loro due insieme in Sardegna a Minorca, all’Isola d’Elba, in Sicilia. Amavano viaggiare e la gita al Mottarone di ieri rappresentava anche il ricominciare a condividere la loro passione per la natura dopo i mesi difficili del lockdown.

Redazione Varese

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore