/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 06 aprile 2021, 14:40

'Esordio' al consiglio regionale Cisl per il nuovo segretario Luigi Sbarra

Riunione in teleconferenza mercoledì 7 aprile su temi del Recovery Plan, della riforma degli ammortizzatori sociali, del blocco dei licenziamenti, della campagna di vaccinazione e della ripartenza

'Esordio' al consiglio regionale Cisl per il nuovo segretario Luigi Sbarra

Prima uscita piemontese da segretario generale della Cisl per Luigi Sbarra, eletto all’unanimità il 3 marzo scorso al vertice della confederazione di via Po. Sbarra partecipa mercoledì 7 aprile, dalle 10 alle 13, ai lavori del Consiglio regionale Cisl che si svolge in videoconferenza sulla piattaforma GoToMeeting.    

Calabrese, sessantuno anni, dal 2009 in Segreteria Confederale - ad eccezione dei tre anni (dal 2015 al 2018) passati nel ruolo di segretario generale Fai (Federazione agroalimentare e ambientale) della Cisl - prima di diventare il numero uno della Cisl, Sbarra ha ricoperto negli ultimi tre anni la carica di segretario generale aggiunto. Una lunga carriera la sua, tutta dedicata al sindacato, ai più deboli e alle battaglie per i diritti fondamentali di dignità del lavoro. Con l’inizio della pandemia da Covid-19, ha lavorato, insieme a Cgil, Uil e Confindustria alla elaborazione dei protocolli sulla sicurezza che hanno permesso - dopo lo stop agli impianti - la ripartenza dell’attività produttiva nazionale.

Condividiamo l’impostazione generale del Piano nazionale di ripresa e resilienza – spiega il leader Cisl Luigi Sbarra –, ma riteniamo che anche le parti sociali, e per quel che ci riguarda il sindacato, debbano essere coinvolti in maniera chiara nella ‘governance’ del Recovery Plan, in modo da fissare e condividere insieme non solo gli obiettivi da raggiungere ma soprattutto verificare l’attuazione dei progetti, i tempi, le ricadute sociali ed occupazionali, la garanzie di trasparenza, legalità e sicurezza dei lavoratori. La Cisl si augura che subito dopo Pasqua si avvii una fase di necessario confronto, con lo stesso spirito che ci ha portato qualche settimana fa alla firma del patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale”.

E proprio i temi del Recovery Plan, della riforma degli ammortizzatori sociali, del blocco dei licenziamenti, della campagna di vaccinazione e della ripartenza saranno al centro del Consiglio generale della Cisl Piemonte che si tiene mercoledì 7 aprile in videoconferenza.

Con Luigi Sbarra e con il nostro gruppo dirigente - osserva il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, che ha voluto fortemente la presenza del nuovo segretario generale ai lavori del Consiglio generale della Cisl regionale - vogliamo discutere dei temi al centro dell’agenda sindacale a livello nazionale e regionale per progettare e costruire insieme il post-pandemia”.



C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore