/ Notizie dal Piemonte

Notizie dal Piemonte | 29 gennaio 2021, 18:19

Addio al 61enne Gabriele Giannini, per anni commerciale al Lanificio Comero di Gattinara

Addio al 61enne Gabriele Giannini, per anni commerciale al Lanificio Comero di Gattinara

Marito e padre di due figlie, giocatore e appassionato di basket, consulente commerciale nel mondo tessile biellese e di recente anche sommelier. Era Gabriele Giannini, 61enne di Tollegno scomparso all'ospedale Maggiore di Novara ieri, 28 gennaio.

Gabriele era anche fratello di Daniele, 60 anni, che lo ricorda con commozione: "Era unico, molto disponibile e generoso. Grande appassionato e giocatore di basket, ha sempre seguito la Pallacanestro Biella, sia nei momenti di gloria che di debolezza. Non mollava mai il desiderio di vincere e combatteva sul campo per raggiungere sempre un risultato positivo". Da giovane aveva giocato anche in prima squadra, ma un infortunio al ginocchio gli era costato la carriera. "Aveva poi continuato a giocare a livello amatoriale - racconta il fratello - fino almeno all'età di 50 anni".

Oltre alla sua passione per il basket, era conosciuto anche per il suo ruolo di venditore commerciale nel mondo tessile: "Seguiva molti lanifici locali - prosegue Daniele - dove era ben voluto e stimato. Per anni ha lavorato al Lanificio di Tollegno, per il quale fu assunto ben tre volte, e per il Lanifico Comero di Gattinara. Era un uomo di mondo che conosceva il mondo e aveva viaggiato tanto, fino ad arrivare a vendere tessuti biellesi in Mongolia. Amava lavorare per le aziende a conduzione famigliare, si riconosceva in loro e combatteva con loro le battaglie del tessile, anche le più recenti".

Negli ultimi anni Gabriele si è appassionato anche per la cucina insieme al fratello Daniele e, in particolare, al mondo dei vini diventando un sommelier: "A maggio sarebbe andato in pensione - dice commosso il fratello - e insieme avevamo progettato di andare a vivere a Lipari per aprire una nostra attività e concludere la nostra vita circondati dal mare. Io vivo a Milano da tanti anni ma non ho mai perso i contatti con lui, ci sentivamo ogni giorno. Era generoso e accogliente: mia figlia di 20 anni ha sempre detto che il momento migliore dell'anno era il pranzo con lo "zio Lele". Era veramente speciale". 

Gabriele lascia la moglie Carla, le figlie Francesca con Davide e Alessandra con Daniele, il fratello con la moglie Luisa e la figlia Emma, gli zii Gabriella e Paolo con le figlie Simona e Betty, i suoceri Piero e Rosina e la zia Virginia, oltre a tutti coloro che lo hanno conosciuto. Il rosario sarà recitato domenica 31 gennaio alle 18 nella chiesa parrocchiale di Tollegno. Il funerale sarà celebrato invece alle 15 di lunedì 1 febbraio, sempre nella chiesa parrocchiale di Tollegno.

Dal corrispondente a Biella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore