/ Cronaca

Cronaca | 30 novembre 2020, 11:54

L’Ospedale Maggiore avvisa: “Torna la truffa del ‘caro parente’ in salsa Covid”

La Struttura non chiede soldi per telefono, se contattati allertare le Forze dell’Ordine

L’Ospedale Maggiore avvisa: “Torna la truffa del ‘caro parente’ in salsa Covid”

L’emergenza Covid ha portato all’incremento dei tentativi di truffa ai danni dei cittadini i quali vengono contattati telefonicamente da sedicenti operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara sostenendo che un parente sia ricoverato e che necessiti di ingenti quantità di danaro.

A segnalare i tentativi di truffa è proprio la Direzione del nosocomio novarese ribadendo che non vengono mai richiesti soldi telefonicamente e che qualora si venga contattati dai malviventi di allertare tempestivamente le forze dell’ordine.

Fabio Nedrotti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore