/ Cronaca

Cronaca | 06 novembre 2020, 16:30

"No alle colazioni di fronte ai bar". L'appello di Sartoretti agli esercenti

Il Presidente Fipe Confcommercio Alto Piemonte si rivolge a baristi e ristoratori perchè rispettino le norme

"No alle colazioni di fronte ai bar". L'appello di Sartoretti agli esercenti

Da oggi le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pub, pasticcerie, gelaterie) sono chiuse e possono effettuare soltanto attività di asporto e consegne a domicilio.

Ricordiamo che l’asporto consiste nella sola vendita al cliente del prodotto, che non può in alcun modo essere consumato sul posto, né nelle adiacenze, come prevede il dpcm del 3 novembre 2020.

Ci sono state segnalate, questa mattina, situazioni di mancato rispetto di queste regole, con clienti fermi davanti alle attività a consumare la colazione.

Anche se non comprendiamo la logica di certe norme, applichiamole tutti rigorosamente nel nostro locale, facciamole rispettare ai clienti e sensibilizziamo i colleghi, nel nostro principale interesse. Altrimenti ne va della professionalità delle nostre imprese, che sono state le prime ad investire per adeguarsi alle norme di prevenzione e che vogliono continuare a dare un servizio di qualità senza ulteriori restrizioni.

Resta forte e costante, nel contempo, l’azione di Fipe Confcommercio che chiede al Governo un sostegno economico adeguato e tale da poter continuare a svolgere il nostro lavoro, più che mai “essenziale” alla comunità.

Massimo Sartoretti

Presidente Fipe Confcommercio Alto Piemonte

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore