/ Politica

Politica | 09 ottobre 2020, 15:00

Regione (Lega): “Odg per curare il verde pubblico e garantire così la sicurezza delle strade”

Fava: “Fondamentale ricordare che Province e Comuni piemontesi, oltre ai legittimi proprietari dei fondi prospicienti le strade, sono tenuti alla messa in sicurezza delle carreggiate”

Regione (Lega): “Odg per curare il verde pubblico e garantire così la sicurezza delle strade”

È stato presentato l'8 ottobre in consiglio regionale un ordine del giorno, a prima firma del presidente della Seconda commissione Mauro Fava che, che chiede riportare al centro dell’attenzione la cura e manutenzione del verde pubblico e privato lungo le strade piemontesi, anche in seguito agli ultimi nubifragi che hanno flagellato il Piemonte.

A causa degli eventi alluvionali e di intense precipitazioni– ha scritto il consigliere della Lega Salvini Piemonte Mauro Fava - che colpiscono il territorio piemontese, si verifica sempre più spesso che lungo le strade comunali, provinciali e statali piemontesi si trovino piante, fronde e arbusti che impediscono la normale circolazione. È fondamentale ricordare che le Province, la Città Metropolitana di Torino e i Comuni piemontesi, oltre che i legittimi proprietari dei fondi prospicienti le strade, sono tenuti alla messa in sicurezza delle carreggiate”.

Abbiamo chiesto alla Regione – prosegue il presidente della Seconda commissione – di farsi portavoce presso le Province, la Città Metropolitana di Torino e Comuni piemontesi perché si garantisca la tutela della pubblica incolumità attraverso la cura e la manutenzione del verde pubblico e demaniale lungo le strade di loro competenza, e di imporre a tutti i proprietari confinanti con le strade statali, provinciali, comunali e vicinali di uso pubblico di provvedere agli interventi atti a garantire la sicurezza della circolazione”.

“Situazioni come quelle appena vissute – ha aggiunto durante un intervento in aula il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni – non devono più verificarsi. Il cambiamento climatico è una realtà con cui dobbiamo fare i conti, ma manutenere e curare costantemente il verde prospicente al sistema stradale piemontese è la risposta più rapida e concreta che possiamo dare. Un’azione fondamentale nel quotidiano ma, ancora di più, di fronte ad eventi come quelli che recentemente ci hanno colpiti”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore