/ Politica

Politica | 26 settembre 2020, 16:00

Francesco Gaiardelli è il nuovo presidente del Distretto turistico

Lo ha deciso questa mattina al Regina Palace il Consiglio di amministrazione eletto dall’assemblea dei soci

Francesco Gaiardelli è il nuovo presidente del Distretto turistico

Francesco Gaiardelli nuovo presidente del Distretto turistico dei laghi e valli dell’Ossola. Suo vice è Oreste Primatesta. Lo ha deciso il Consiglio di amministrazione eletto dall’assemblea dei soci riunito, questa mattina,  al Regina Palace di Stresa. L’estate ha portato consiglio. Dopo la fumata grigia di fine giugno trovata l’intesa sulla cinquina che animerà l’ente che dovrà ripensare l’offerta turistica a livello locale.

Con Gaiardelli in consiglio anche a Gianluca Barp (ristoratore formazzino), Oreste Primatesta (albergatore cusiano), Gianmaria Vincenzi (albergatore verbanese) e Vanessa Mineo (guida turistica).

Il più votato è stato Barp nonostante la candidatura forte di Gaiardelli sostenuto dalla Regione Piemonte. Intenso il lavoro delle Province di Vco e Novara per arrivare all’intesa odierna. Accordo che però non ha soddisfatto tutti se è vero che, i Comuni di Verbania, Baveno e Orta San Giulio hanno evidenziato qualche elemento di criticità.

”Sono contento di mettermi al servizio del territorio. Sarò il presidente di tutti.Ringrazio chi mi ha preceduto per il lavoro fatto . Il nuovo Cda è composto da persone altamente competenti. Poi la nomina di Vincenzi salda il rapporto fra Federalberghi e il Distretto” le prime dichiarazioni del neo presidente.

Al rinnovato cda guarda con interesse il Comune dì Domodossola. Il commento dell’assessore al turismo Angelo Tandurella: “Doveroso ringraziamenti verso il presidente uscente, Oreste Pastore. Al nuovo Cda chiediamo di partire quanto prima con il lavoro. Che dovrà essere di piena condivisione con tutti i soci anche per superare la difficile situazione che il mondo del turismo vive“.

Parole di apprezzamento sono giunte all’indirizzo di Barp, operatore turistico a Riale. “È importante che all’interno del cda del Distretto sieda una persona che conosce bene la montagna e che saprà ben rappresentate le sue istanze in questa sede” il commento di Tandurella.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore