/ Novara

Novara | 16 settembre 2020, 14:07

Coronavirus, ordine medici Novara intitola sede ai colleghi morti nell’epidemia

Coronavirus, ordine medici Novara intitola sede ai colleghi morti nell’epidemia

 “Un ricordo tangibile per i nostri colleghi che hanno perso la vita facendo il loro dovere per aiutare i malati durante l’epidemia di Covid 19”. Spiega così il presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Novara, Federico D’Andrea, l’iniziativa dell’intitolazione della sala del consiglio dell’Ordine alla memoria dei medici deceduti per il Coronavirus: “sono 176 in tutta Italia, e due nel territorio novarese”.

L’Ordine novarese è il primo in Italia a commemorare in modo ufficiale i caduti nella pandemia. “Ci è parso doveroso – ha aggiunto il dottor D’Andrea  perché in quei mesi di grande difficoltà nessuno si è tirato indietro, anche di fronte a problemi contingenti, come l’assenza dei dispositivi di protezione”.

Alla breve cerimonia di scopertura della targa alla memoria hanno partecipato anche il sindaco di Novara Alessandro Canelli, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Maggiore della Carità” Mario Minola,  il direttore generale dell’Asl Arabella Fontana e il consigliere provinciale Ivan De Grandis in rappresentanza del presidente Binatti. Minola ha ricordato che durante la fase più acuta dell’emergenza sanitaria all’ospedale, ben 337 operatori sanitari, tra cui 72 medici, si sono ammalati. Il sindaco Canelli ha sottolineato come, di fronte alla ripresa della dinamica dei contagi, è necessario continuare ad usare cautela e soprattutto essere pronti a proteggere le strutture e il personale sanitario. La dottoressa Fontana ha ricordato accanto a coloro che hanno dato la vita perdendola per aiutare i propri pazienti anche coloro che la donano ogni giorno nella loro attività di cura e assistenza.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore