/ Novara

Novara | 11 luglio 2020, 12:25

Arte e cultura in totale sicurezza a Santa Maria Maggiore

Storia e la tradizione si fondono in suggestivi percorsi sensoriali resi unici grazie alla moderna multimedialità

Arte e cultura in totale sicurezza a Santa Maria Maggiore

Arte e cultura in totale sicurezza. A Santa Maria Maggiore dallo scorso 3 giugno sono state riaperte le aree espositive secondo le nuove modalità di fruizione anti Covid. Santa Maria Maggiore è, tra l’altro, il primo Comune montano ad avere ottenuto il riconoscimento 'Covidless Aproach & Trust', che è il nome del progetto curato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Management dell’Università di Torino. Sanificazione costante dei locali, presenza di divisori di sicurezza e percorsi differenti di entrata e uscita consentono di godere appieno dell’offerta culturale di Santa Maria Maggiore, con la storia e la tradizione che si fondono in suggestivi percorsi sensoriali resi unici grazie alla moderna multimedialità.

A Santa Maria Maggiore è immancabile una visita, nella centralissima Piazza Risorgimento, alla Casa del Profumo Feminis-Farina, uno dei fiori all’occhiello dell’offerta culturale dell’intero Piemonte: un percorso permeato dalla storia leggendaria dell’essenza più celebre e antica al mondo, l’Acqua di Colonia, una formula ideata da Giovanni Paolo Feminis, originario di Crana, oggi frazione di Santa Maria Maggiore, ed emigrato in giovanissima età a Colonia. L’Aqua Mirabilis, nata come essenza lenitiva riconosciuta per le sue proprietà medicamentose, divenne in seguito profumo assai ricercato in tutto il mondo. Importante, per il successo dell’Acqua di Colonia, fu l’amicizia e il sostegno del mercante Giovanni Maria Farina, anch’egli di Santa Maria Maggiore ed emigrato a Maastricht, che ne seguì la commercializzazione. La Casa del Profumo è la più recente struttura museale di Santa Maria Maggiore: un coinvolgente percorso espositivo multimediale e multisensoriale, una deliziosa serra ospitata nel Giardino degli aromi e un elegante punto vendita dedicato all’Aqua Mirabilis attendono i visitatori nella centralissima piazza Risorgimento. Lo spazio espositivo è dedicato a Susy Giorgis, personaggio di spicco della vita culturale e turistica di Santa Maria Maggiore e dell’intera Valle Vigezzo e storica presidente della Scuola di Belle Arti e del Gruppo Folcloristico Valle Vigezzo. Lo stesso gruppo trova da oggi spazio al secondo piano della Casa del Profumo, dove sono esposti “attrezzi della memoria” che valorizzano il patrimonio tradizionale della comunità vigezzina.


Custode delle più autentiche tradizioni è anche il Museo dello Spazzacamino. Situato nel Parco di Villa Antonia, è il luogo della memoria di questo antico mestiere, la cui culla è proprio la Valle Vigezzo. Una visita emozionante e ricca di suggestioni, un piccolo museo che accoglie ogni anno 10.000 visitatori da ogni parte d'Italia e del mondo. Il Museo dello Spazzacamino presenta, al piano terreno, un’esposizione di attrezzi, abiti, opere pittoriche  e oggetti che ricostruiscono la storia e il significato del mestiere del fumista, anche nel contesto dell’emigrazione vigezzina. Una grande vetrina raccoglie i doni che gli spazzacamini portano da tutto il mondo in occasione dell’annuale Raduno Internazionale dello Spazzacamino: comignoli in terracotta di varie fogge e misure, stufe d’epoca, vetrate e insegne di vecchie botteghe aperte dagli spazzacamini vigezzini in Olanda o in Germania, fotografie in bianco e nero dei primi anni del Novecento. 

Al primo piano, il Museo dello Spazzacamino offre un percorso multisensoriale dal taglio fortemente emotivo: il visitatore entra in una canna fumaria orizzontale, ascolta il rumore del riccio e della raspa, rivive la malinconica miseria dei piccoli spazzacamini, infila la testa all’interno di un camino e infine, come esperienza di contrasto, è coinvolto nell’epopea delle famiglie vigezzine che, praticando questo mestiere, hanno raggiunto la ricchezza. Un percorso fortemente emozionale, che affascina grandi e piccini e che fa riflettere, rendendo la visita al Museo dello Spazzacamino un’esperienza unica.

A Santa Maria Maggiore ha anche sede la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini che racchiude un vero e proprio tesoro artistico esponendo le opere dei pittori vigezzini dalla metà del Settecento a tutto il Novecento. La Scuola propone periodicamente anche corsi di pittura, disegno, fumettistica e intaglio su legno. Per la stagione 2020 il percorso espositivo delle Belle Arti rimarrà chiuso alle visite. Verranno tuttavia organizzati diversi eventi musicali e la presentazione di alcune opere “on the road”, nel giardino, nel cortile e sul balcone della Scuola, l’unica ancora attiva su tutto l’arco alpino.



 

Redazionale IP

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore